Skip to content

FATA VIAM INVENIUNT - Tradizione, traduzione e ricezione dell'Histoire de ma vie di Giacomo Casanova

Estratto della Tesi di Stefano Mauriello

Mostra/Nascondi contenuto.
costituirà l'identità nell'immaginario collettivo 1 , poiché ogni costruzione soggettiva del personaggio sarà legittima. Un approccio di questo genere permette di schivare la discussione morale che ha segnato la critica su Casanova dai principi e ne ha determinato via via l'emarginazione o la riabilitazione. Considerato unicamente per sé stesso e non in relazione fisica con chi lo scrisse, come fosse appunto un’opera prettamente narrativa o un romanzo di autofiction, il testo casanoviano può inoltre finalmente permettersi di non essere più materia di costante confronto documentario allo scopo di provarne la veridicità: anche se Casanova avesse deciso di mentire – cosa che tra l'altro non ha mai fatto, almeno di proposito, come puntualmente gli studi hanno dimostrato – non avrebbe avuto torto, non essendo richiesto a un'opera narrativa, ossia per alcuni aspetti finzionale, di essere veritiera 2 . Anche la quaestio sulla veridicità è dunque inappropriata. In ogni studio letterario è però lecito domandarsi quale sia il testo più fedele alla forma originale, specialmente in uno studio che ne fa l’elemento principe di un‘analisi, ciò costituisce la base di qualunque successivo discorso. Ebbene, si è giunti all'annosa questione. L'Histoire de ma vie ha avuto un destino avventuroso quasi quanto quello del suo protagonista e la ricezione ne ha profondamente risentito. Non si andrà troppo lontani dalla verità affermando che gran parte delle edulcorazioni ermeneutiche sopra accennate abbiano messo radici su una pubblicazione più che mai faticosa, oltre che colpevolmente rimaneggiata. Sarà addirittura intrigante allora rintracciarne le orme dalla fase embrionale all'apparizione definitiva. 2. Una vita degna di essere narrata Spinse Casanova allo scriver di sé una profonda consapevolezza di aver trovato la sua vita degna di essere narrata, maturata non solo in vecchiaia, a Dux, dove il precetto sempre seguito del Sequere Deum gliene apparecchiò l'occasione, ma già dalla giovinezza. Il Settecento fu il secolo dell'autobiografia, eppure Casanova volle discostarsi dallo statuto tradizionale della vita del letterato che guarda alla propria giovinezza con giudizio e maturità o che descrive i meriti che ne hanno segnato la carriera, così come volle rifuggire da quello più innovativo della confessione 3 . Non c'è traccia di ravvedimento, ostentazione di gloria – che non ebbe, 1 I concetti di autore reale e implicito, narratore e personaggio saranno ripresi più tardi, quando verrà fornito un prospetto narratologico dell'opera. 2 Anche su questo argomento si tornerà più in là, allorché si andrà a parlare dei procedimenti narrativi che Casanova adotta nella costruzione dell‘intreccio. 3 «Quando mi verrà voglia di scrivere la storia di tutto ciò che mi è capitato nei diciotto anni da me passati correndo l'Europa fino al momento in cui piacque agli Inquisitori di Stato di concedermi un onorevole rientro nella mia patria, la comincerò da dove finisce questa[...] Non darò alla mia narrazione il titolo di Confessione, dopo che uno stravagante ha insozzato questa parola che non posso più soffrire, ma sarà una 2
Estratto dalla tesi: FATA VIAM INVENIUNT - Tradizione, traduzione e ricezione dell'Histoire de ma vie di Giacomo Casanova

Estratto dalla tesi:

FATA VIAM INVENIUNT - Tradizione, traduzione e ricezione dell'Histoire de ma vie di Giacomo Casanova

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Stefano Mauriello
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Beni Culturali
  Corso: Lingua e cultura italiana
  Relatore: Gino Ruozzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 115

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

traduzione
tradizione
piero chiara
ricezione
histoire de ma vie
casanova
brockhaus-plon
laforgue

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi