Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Giorno della Memoria. La commemorazione della Shoah in Italia

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Federica Lampugnani Contatta »

Composta da 81 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 573 click dal 19/05/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Federica Lampugnani

Mostra/Nascondi contenuto.
          Loggia, diedero la colpa dell’apparente debolezza dell’identità nazionale                 italiana al fallimento dell’antifascismo nell'unificare il Paese. Galli della                   Loggia sostenne in particolare che l’armistizio dell'8 settembre del 1943 aveva                       danneggiato irrimediabilmente l’identità nazionale italiana, creando una               spaccatura talmente grande tra gli italiani da restare ancora viva persino a                         cinquant’anni di distanza dalla fine della Seconda guerra mondiale .   12 L’eredità della Resistenza e il fascismo erano, dunque, al centro del                         dibattito sull’identità nazionale e, con l’ingresso della coalizione di Silvio                     Berlusconi al potere nel marzo del 1994, questa visione ottenne anche un                         supporto politico.  Al centro di quello che divenne un ampio dibattito tra destra e sinistra ci fu                                 l’idea di riconciliazione con i vecchi nemici, che divenne subito uno slogan                         per la destra italiana, ma trovò un ampio sostegno anche al centro e a sinistra. I                                 sostenitori della riconciliazione, riecheggiando le iniziative dell'immediato               dopoguerra, quando i pensatori moderati consideravano la riconciliazione tra                   fascismo e antifascismo un passo necessario verso la ricostruzione del Paese,                       puntarono a sottolineare la debolezza del sistema partitocratico italiano della                     cosiddetta Prima Repubblica nel richiamare in causa una versione rivisitata del                       passato nazionale che mettesse fascismo e antifascismo sullo stesso piano in                       termini normativi .   13 Negli anni Novanta, tuttavia, il termine assunse una miriade di significati                         12 ​ E. Galli della Loggia, ​ La morte della patria: La crisi dell'idea di nazione tra Resistenza, antifascismo e                                     Repubblica ​ , Laterza, Roma 1996, pp. 4­6, 18­19.   13 ​ Molti politici di destra, a partire dai primi anni Novanta, iniziarono a parlare dell’opportunità di ricordare,                                   tramite apposite leggi, non solo i crimini del fascismo ma anche quelli del comunismo europeo e quelli                                   dell’antifascismo italiano. (Ivi, p.144).   21 
Estratto dalla tesi: Il Giorno della Memoria. La commemorazione della Shoah in Italia