Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gestione dei flussi energetici in Microgrids tramite controllo Fuzzy ottimizzato con Algoritmi Evolutivi

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Ingegneria

Autore: Enrico De Santis Contatta »

Composta da 252 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 641 click dal 28/07/2016.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Enrico De Santis

Mostra/Nascondi contenuto.
I-10 Si pensi all‟importanza dei segmenti ad alta tensione (AT) che devono essere particolarmente preservati in quanto sorgenti per numerosi sottosegmenti elettrici che alimentano interi distretti, alcuni anche di grandi dimensioni. L‟infrastruttura integrata ha bisogno innanzitutto di un sistema di comunicazione di tipo protocollare in quanto, i vari elementi del sistema devono essere messi in grado di dialogare rispettando parametri di sicurezza, (latency, probabilità di perdita, etc.) e di consegna dei dati. Gli elementi del sistema devono essere “intelligenti” secondo una nuova concezione, profilatasi nella teoria delle reti, che è l‟intelligenza distribuita, possibile con un'infrastruttura a gestione non centralizzata. Questo è importante poiché le nuove tecnologie in materia di sensoristica di rilevamento dati e di elaborazione ad alta velocità consentono l‟immissione in rete di una grossa mole di informazione, parte della quale potrebbe interessare una data zona e non un'altra. I problemi di una gestione centralizzata sono ben noti, possiamo annoverare ad esempio, la debolezza rispetto ai guasti o ai malfunzionamenti. Una rete ad intelligenza distribuita potrebbe permettere di isolare la zona colpita e continuare il proprio servizio senza subire particolari danni o malfunzionamenti conseguenti. Il meccanismo di raccolta, dislocazione ed elaborazione dell‟informazione riguardante la rete elettrica può essere utile non solo per scopi direttamente legati al funzionamento ottimale della stessa dal punto di vista infrastrutturale, ma anche per consentire alle società di gestione della distribuzione nuove modalità di rendicontazione e quindi applicare tariffe differenziate (come le tariffe biorarie introdotte, in Italia da Enel). Ciò, assieme ad altri elementi, dovrebbe consentire di dirigere le scelte dell‟utente verso comportamenti virtuosi. Questo è possibile anche perché l‟infrastruttura di telecomunicazioni e la tecnologia ICT non interessano solo produzione, stoccaggio e distribuzione, quindi gli elementi strutturali della rete elettrica, ma anche dispositivi di utente capaci di scambiarsi informazioni utili all‟ottimizzazione della fruizione dell‟energia e del cost saving. Importante è la scelta del modello di comunicazione e dei protocolli da utilizzare, gli studi e le considerazioni recenti vedono i protocolli proprietari abbastanza sicuri ma
Estratto dalla tesi: Gestione dei flussi energetici in Microgrids tramite controllo Fuzzy ottimizzato con Algoritmi Evolutivi