Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sport & Management: Il ruolo dei new media e social network nel comportamento della domanda

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Gianluca Contrino Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1069 click dal 14/10/2016.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Gianluca Contrino

Mostra/Nascondi contenuto.
13 gli enti non commerciali di tipo aggregativo, non aventi finalità commerciali e per que- sto motivo possono godere di un profilo fiscale agevolato nonché di particolari benefici fiscali dettati per le associazioni di promozione sociale; esse vanno a comporre quello che oggi è conosciuto come “ t erz o set t ore ” o settore non profit, cioè quella terza di- mensione del sistema economico e sociale, che consegue a un primo settore, rappre- sentato dallo Stato e da un secondo settore rappresentato dal mercato (Propersi, Ros- si, 2012, p. L). Il terzo settore dunque è rappresentato da q ue l l ’ i nsi eme di istituzioni e attività produttive che hanno come obiettivo il posizionamento sul mercato di beni e servizi senza finalità lucrative: non ridistribuiscono i profitti e le rendite tra i propri soci per ac- crescerne il patrimonio personale ma utilizzano questi fondi per migliorare il servizio o il bene offerto; tali attività non rientrano né nella sfera capitalistica tradizionale, dal mo- mento che non puntano al profitto, né in quella della pubblica amministrazione, in quanto si tratta di attività private. Il termine “ en t i non p r o f i t ” racchiude molteplici tipi di soggetti che svolgono attivi- tà di rilevanza sociale senza finalità di lucro. Propersi e Rossi ne danno la seguente definizione: “ or g an i z z a z i on i di uomini e cose alla stregua di aziende, ma senza fini di lucro, che perseguono cioè uno scopo (missione) non consistente nella realizzazione di un profitto. Entrano pertanto in questa definizione gli enti che non varia forma giuri- dica si prefiggono finalità sportive, ricreative, assistenziali, di culto, di studio, di r i ce r ca ” (Propersi, Rossi, 2012, p. L). Nonostante questo settore non rappresenti una novità né dal punto di vista giu- ridico che dal punto di vista fiscale e tributario, la novità è rappresentata dalla rilevanza sempre maggiore che esso sta acquistando ne l l ’ ordi na m en t o presente. Nel panorama economico attuale, infatti, il terzo settore ha un ’ i m po r t an z a sempre crescente e di con- seguenze sempre maggiore è l ’ att en z i on e che esso richiede negli studi specialistici.
Estratto dalla tesi: Sport & Management: Il ruolo dei new media e social network nel comportamento della domanda