Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi comparata di framework per lo sviluppo di applicazioni web

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Raffaele Carelle Contatta »

Composta da 85 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 538 click dal 14/10/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Raffaele Carelle

Mostra/Nascondi contenuto.
20 @extends('layouts.master') @section('title', 'Page Title') @section('sidebar')

This is my sidebar.

@endsection @section('content')

This is my content.

@endsection Il primo file rappresenta una master View (master.blade.php) e non è altro che un layout principale caratterizzato da tutti quei elementi comuni a molte, se non tutte, View. Quindi rappresenta una View padre e nell’esempio proposto si possono notare tre sezioni configurabili: title, sidebar e container, definite tramite @yield. Il secondo file, view.blade.php, è invece una View figlio che estende la precedente e ne definisce le sezioni tramite @section. Nel senso che ogni sezione è costituita da una chiave (es. title) e un valore (es. Page Title) e a seconda della chiave, in questo caso title, sostituirà il segnaposto @yield(‘title’) (perché ha come parametro quella stessa chiave) con il valore corrispondente. All’inizio di questo paragrafo è stato mostrato come passare delle informazioni da un Controller a una View. Per completare l’operazione e visualizzare i dati passati all’interno delle View si ricorre alla sintassi {{$nomeVariabile}}. Uno strumento spesso sottovalutato è la possibilità di definire un output di default nel caso in cui la variabile non sia definita: {{$nomevariabile or 'stringa di default'}}. Il concetto di ereditarietà di Blade permette di avere View molto pulite, chiare e fortemente strutturate. Per concludere l’analisi, Blade oltre ai costrutti visti sopra ci fornisce anche @if, @elseif e @else mediante i quali è possibile porre o verificare delle condizioni all’interno delle View, relative generalmente ai dati passati. Inoltre,
Estratto dalla tesi: Analisi comparata di framework per lo sviluppo di applicazioni web