Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fuga dagli spalti nel mondo del calcio italiano: il modello servicescape applicato allo stadio di proprietà

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Nicola Salviato Contatta »

Composta da 82 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 512 click dal 14/10/2016.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Nicola Salviato

Mostra/Nascondi contenuto.
13 Ora con il termine spettatori si sono venuti ad indicare tutti quei soggetti che seguono lo sport per puro e mero divertimento e per la ricerca di uno spettacolo che faccia vivere loro emozioni che altrimenti non riuscirebbero a provare. Questi possono essere suddivisi in soggetti fisicamente presenti nel luogo dell’evento e in soggetti che partecipano da lontano attraverso i mezzi di comunicazione tradizionali, quali televisione, radio o con i nuovi mezzi di comunicazione di massa 8 . Con il termine tifoso, invece, vengono ad essere definiti i soggetti che, pur non essendo sempre fisicamente presenti allo stadio, gioiscono o soffrono in relazione ai risultati sportivi raggiunti dalla propria squadra del cuore. Tale soggetto si identifica con la squadra a tal punto da utilizzare termini come “abbiamo vinto, abbiamo perso, abbiamo comprato, abbiamo venduto ecc.”. Per la società sportiva la determinazione corretta del numero di soggetti fisicamente presenti allo stadio risulta essere fondamentale al fine di valutare il proprio bacino di utenza e per poter soddisfare le esigenze di tale categoria di soggetti assicurandosi così un feedback positivo sia nel breve sia nel medio - lungo periodo. Imprese Con il termine impresa si vuole definire tutti quei soggetti economici che operano in modo collegato, ma collaterale nel mondo dello sport, cioè quelle aziende che intendono veicolare i propri prodotti e i propri marchi attraverso l’evento e lo spettacolo sportivo. All’interno di tale categoria vi sono una pluralità di imprese che operano con ruoli differenti l’una dalle altre: alcune ad esempio hanno come obiettivo quello di fornire un servizio di promozione, altre invece quello di aumentare i servizi che risultano essere di vitale importanza per lo svolgimento del l’attività sportiva. Le imprese quindi giocano un ruolo fondamentale dal punto di vista economico e mediatico per lo sport. La rilevanza strategica dello sport come contenuto per i nuovi mezzi di comunicazione ha aumentato la competizione tra i diversi provider di canali tematici sportivi. La competizione si svolge attraverso le offerte per l’acquisto da parte delle organizzazioni sportive dei diritti di trasmissione degli eventi. Si assiste quindi ad una situazione in cui le imprese combattono “tutti contro tutti” ma soprattutto competono su tutto. 8 Zignoli P. Radicchi E., “Sport marketing. Il nuovo ruolo della comunicazione”, convegno annuale del marketing dei servizi, 2-3 Dicembre 2005
Estratto dalla tesi: Fuga dagli spalti nel mondo del calcio italiano: il modello servicescape applicato allo stadio di proprietà