Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ruolo, impatto e marketing degli eventi. Il Caso Londra 2012.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Silvia Pellizzon Contatta »

Composta da 182 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 239 click dal 12/10/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Silvia Pellizzon

Mostra/Nascondi contenuto.
11 CAPITOLO 1 - RUOLO DEGLI EVENTI IN UNA DESTINAZIONE 1.1 DEFINIZIONE E TIPOLOGIE Il termine evento ha generalmente il significato di qualcosa che accade in un certo punto in un determinato momento e può essere riferito a vari ambiti della società. Un evento può essere definito come un “avvenimento, programmato o meno, che ha una durata limitata e che nasce con una specifica finalità” (Ferrari, 2002), può altresì essere definito una “manifestazione pubblica resa nota al fine di attirare l’attenzione e di suscitare interesse nei confronti dell’azienda o dell’ente che lo organizza e che prevede la partecipazione di un pubblico interessato ai contenuti esposti” (Cocco e Pozzi, 2001), infine come “un’iniziativa di comunicazione complessa, consapevole e circoscritta nel tempo, che un’organizzazione promuove per convocare i suoi stakeholders e per attirare l’attenzione” (Muzi e Falconi, 2003). Dalle definizioni suddette gli eventi sono facilmente identificabili con una tipologia di attrazione offerta dalle destinazioni, sebbene il termine evento e attrazione si differenzino tra loro per quanto riguarda la durata; mentre gli eventi hanno una durata limitata nel tempo, spesso breve o media, le attrazioni hanno lunga durata e generano flussi di visitatori per lunghi periodi di tempo. Una volta terminati, gli eventi possono essere trasformati comunque in attrazioni stabili della destinazione come nel caso dell’Olympic Park di Londra 2012, che con le politiche legate all’eredità, verrà trasformato in un parco culturale e di intrattenimento, e quindi in una nuova attrazione londinese, di cui parleremo nei capitoli seguenti. Esistono diverse tipologie di eventi: commerciali, culturali, enogastronomici, politici, religiosi, sportivi, televisivi. Questi possono essere organizzati dalla destinazione 1 stessa, che si espone occupandosi della loro progettazione e gestione o da altri enti organizzatori, spesso internazionali, che attraverso criteri e condizioni scelgono la destinazione che ospiterà l’evento tra le candidate ad ospitarlo, come nel caso dei Giochi Olimpici; in 1 In tutto l’elaborato la destinazione è intesa come lo “spazio territorialmente e geograficamente definito, capace di esprimere uno o più prodotti turistici, grazie alla presenza di fattori di attrattiva naturali o artificiali, controllati e gestiti da un insieme di attori fra loro coordinati grazie alla presenza di un organismo di meta-livello” (Franch, 2000), o analogamente come “l’insieme specifico e spazialmente determinato di fattori di attrattività in cui il turista traduce la propria domanda specifica e dove l’ambiente è parte costitutiva dello stesso prodotto” (Rispoli e Tamma 1991, 1995).
Estratto dalla tesi: Ruolo, impatto e marketing degli eventi.  Il Caso Londra 2012.