Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cultura dell'errore nelle organizzazioni. Case-study in ambito aeronautico civile

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Psicologia

Autore: Silvana Lovera Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 512 click dal 26/10/2016.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Silvana Lovera

Mostra/Nascondi contenuto.
14 CAPITOLO SECONDO Modelli per la comprensione dell’errore Una serie di modelli si pongono l’obiettivo di studiare le dinamiche cognitive alla base dell’errore e possono essere utili per la prevenzione degli eventi indesiderati e catastrofici. 2.1 Bias dei modelli cognitivi. Il Sistema Attentivo Supervisore (Norman, Shallice, 1986) è un modello che ipotizza l’esistenza di un Sistema Attentivo Supervisore capace di controllare gli schemi automatici, che possono essere innati o acquisiti con l’esperienza pratica. Durante l’esecuzione del compito la regolazione dipende dagli stimoli ambientali o dalle decisioni consapevoli del soggetto. Sono distinti due meccanismi responsabili del livello di prestazione. Il primo agisce per trame orizzontali, utilizzando schemi, rappresentazioni interne nella coordinazione di comportamenti e pensieri abituali. Il secondo, nelle situazioni nuove o competitive, fa uso di trame verticali, per disattivare gli schemi abituali o avviare modalità più appropriate alla situazione. Diversi schemi si attivano contemporaneamente e prevedono una selezione competitiva automatica e inconsapevole, dalla quale ne deriva un preciso schema, deputato a regolare la sequenza di azioni fino al conseguimento dell’obiettivo. Il modello si basa su due presupposti: viene inattivata la selezione delle operazioni abituali e si fa ricorso al sistema supervisore, il quale interviene nelle situazioni nuove o quando è necessaria una presa di decisione, una pianificazione e correzione degli errori. Nel modello Attivazione-Innesco-Schema (Norman (1981), nello studio dell’errore, utilizza il concetto di schema. Il modello implica che la sequenza delle azioni subisca un controllo da parte degli schemi, delle strutture di conoscenza senso-motoria, attivate da un meccanismo di innesco. Sono necessari diversi schemi nell’esecuzione di una serie di
Estratto dalla tesi: Cultura dell'errore nelle organizzazioni. Case-study in ambito aeronautico civile