Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Approcci della negoziazione interculturale nei paesi dell’Est Europa: un’indagine empirica presso alcune imprese Bulgare

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Yoana Hristova Todorova Contatta »

Composta da 206 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 177 click dal 16/11/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Yoana Hristova Todorova

Mostra/Nascondi contenuto.
12 1.1.3 Il ruolo delle ICT e l’emergere di Internet Il processo di deregolamentazione politica che partì negli Stati Uniti con l’amministrazione Regan nel 1984, si manifestò anche in Europa con la progressiva e crescente globalizzazione dei mercati, grazie anche alla nascita di Internet. La nascita di Internet deriva dagli investimenti nella ricerca militare. In particolare, l’iniziativa è quella del 1960, con la quale vengono avviate le ricerche di ARPA, un progetto del Ministero della Difesa degli Stati Uniti che conduce, nel 1972, alla nascita dell’InterNetworking Working Group, organismo incaricato della gestione della rete Internet. Successivamente, Ray Tomlinson propose l’utilizzo del segno “@” per separare il nome utente da quello della macchina. Nel 1973 la Gran Bretagna e la Norvegia si uniscono alla rete. Nel 1979 avviene la creazione dei primi Newsgroup (forum di discussione) da parte di studenti americani. In Europa, nel 1981, nasce in Francia la rete Minitel che in breve tempo diventa la più grande rete di computer al di fuori degli USA. Si assiste, quindi ad un crescita continua fino agli anni ‘90 quando, con lo sviluppo del Word Wide Web, Internet diventa un strumento fondamentale, all’inizio per le sole attività di comunicazione e, successivamente, per aprire spazi anche di business in modalità che, fino ad allora erano difficilmente immaginabili e prevedibili. Questo sviluppo dà inizio a nuove possibilità di fare business e di vendere. Quindi, gradualmente, si apre un spazio per le trattative tra le diverse nazioni e tra le diverse culture per poter arriavre ad un consensus sul vendere, sulla produzione e commercializzazione dei beni e servizi, sempre più centrate sulla soddisfazione del consumatore. A differenza del passato, il consumatore viene percepito in una maniera diversa. Il consumatore non è più un soggetto a cui imporre un prodotto, non è più un soggetto che non ha scelta, visto che ora la concorenza si moltiplica e la possibilità dei clienti di informarsi e di comparare le merci e le loro qualità, la possibilità di scelta e di condivisione delle informazioni, la velocità del passaparola hanno dato spazio ad un mercato molto complesso e molto diverso da quello che esisteva prima. Si afferma un mercato molto dinamico dove la concorrenza è spietata, dove al centro c’è il
Estratto dalla tesi: Approcci della negoziazione interculturale nei paesi dell’Est Europa: un’indagine empirica presso alcune imprese Bulgare