Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La incriminazione dell’associazione di tipo mafioso: profili storici e problematiche interpretative

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Gerlando Mazza Contatta »

Composta da 221 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 734 click dal 16/11/2016.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Gerlando Mazza

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo III Il concorso esterno 160 penalmente rilevanti, comprendendovi quelle nelle quali un soggetto non abbia posto in essere la condotta tipica ma abbia fornito un contributo atipico, causalmente rilevante e consapevole, alla condotta tipica posta in essere da uno o più concorrenti, secondo una tecnica normativa ricorrente; la sua matrice legislativa trova una conferma testuale nella disposizione di cui all'articolo 418, comma 1, c.p. 85 Inoltre, la Corte di Cassazione ha sostenuto che la questione sulla presunta creazione giurisprudenziale del concorso esterno non è stata affrontata dalla Corte Edu , in quanto non era oggetto di contestazione tra le parti 86 . Ora a parere di chi scrive, l'affermare che il concorso esterno in associazione mafiosa non sia un istituto di creazione di giurisprudenziale, in senso assoluto è corretto, l'istituto si sorregge sull'art. 110 c.p., norma generale ed astratta e come tale applicabile a tutti reati; in senso "relativo", se proprio non si può parlare di "creazione" giurisprudenziale, sicuramente non si può neanche contraddire che vi sia stata un' "elaborazione sostanziale" da parte della giurisprudenza delle Sezioni unite della Cassazione, su un istituto di controversa interpretazione. Infine, la Cassazione individua una "matrice legislativa" del concorso esterno nell'art. 418 c.p. (assistenza agli associati), richiamando gli argomenti già sostenuti nella sentenza Demitry del 1994 87 . 85 Cit. G. Turone, Il delitto di associazione mafiosa, cit., pp. 475, 476. 86 Le parti concordavano sulla creazione giurisprudenziale del concorso esterno in associazione mafiosa. 87 Cfr. supra pp.140-141.
Estratto dalla tesi: La incriminazione dell’associazione di tipo mafioso: profili storici e problematiche interpretative