Skip to content

La Materiality: Concetti fondamentali e analisi empirica nell’Integrated Report

Estratto della Tesi di Guido Zani

Mostra/Nascondi contenuto.
“A matter is material if there is a substantial likelihood that a reasonable person would consider it important” Quindi possiamo dire che deve essere importante per una persona ragionevole. La SEC’s Regulation S-K, Rule 1-02 chiarisce poi: “The term “material,” when used to qualify a requirement for the furnishing of information as to any subject, limits the information required to those matters about which an average prudent investor ought reasonably to be informed. “ La Suprema Corte degli Stati Uniti poi, nella sentenza TSC Industries v.Northway, Inc., stabilisce: “ (is material if there is) a substantial likelihood that the . . . fact would have been viewed by the reasonable investor as having significantly altered the ‘total mix’ of information made available.” Lyndeberg (2012 pag.12) afferma che la “ragionevolezza” è un termine preso in ambito giuridico per indicare la caratteristica di un individuo che riesce a stabilire le conseguenze di un suo gesto sia nei suoi confronti che nei confronti degli altri, comprende le aspettative della società e in base a queste prende le proprie decisioni, anche economiche. Da notare quindi la differenza con l’individuo “razionale”, in quanto quest’ultimo cerca solo di massimizzare il profitto senza guardare alle conseguenze: quest’ultimo aspetto avrà ovviamente delle ricadute sul concetto di materiality soprattutto riguarda al lungo termine. Per quanto riguarda il terzo aspetto, alcuni studi si sono soffermati nello stabilire una soglia quantitativa per la materialità. Thompson (1993) afferma che tali soglie nella letteratura possono essere di tre tipi:  Arbitrarie  Empiriche, ovvero stabiliti successivamente a studi sul settore in questione  Inerenti, cioè provenienti da altre guidelines Le soglie presenti in letteratura possono essere molto variegate, e alcuni studi danno molta importanza al loro utilizzo per definire le informazioni materiali. Questi studi hanno un grande successo nel campo dell’audit perchè definiscono concetti chiari per guidare il compito del revisore.Tuttle (2002) arriva a concludere che la presenza rilevante di informazioni inesatte nel report di un azienda che superano soglie quantitative stabilite ha chiari effetti sul valore di mercato delle azioni di tale azienda. Prendiamo alcuni esempi di soglie. L’AASB (Australian Accounting Standard Board 2009) stabilisce i seguenti valori:  Sotto il 5% l’informazione non è rilevante 11
Estratto dalla tesi: La Materiality: Concetti fondamentali e analisi empirica nell’Integrated Report

Estratto dalla tesi:

La Materiality: Concetti fondamentali e analisi empirica nell’Integrated Report

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Guido Zani
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Economia
  Corso: Direzione e Controllo aziendale (DeCa)
  Relatore: Federico Barnabè
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 89

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bilancio
report
sostenibilità
integrato
gri
materialità
materiality
integrated
iirc

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi