Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Costrutti a confronto: parental monitoring, parental knowledge e consumo di sostanze

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Francesca Peron Contatta »

Composta da 61 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 163 click dal 17/02/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Francesca Peron

Mostra/Nascondi contenuto.
7 anger and hostility from the caregiver, which is often intensified as the coercive cycle escalates”. Per verificare la loro ipotesi, Hayes e colleghi 22 hanno somministrato un questionario self report, l’Adolescent Health and Well Being Survey [Bond, Thomas, Toumbourou, Patton e Catalano, 2000] 23 , ad un gruppo di 1.299 studenti di età compresa tra i 13 e i 16 anni (età media = 14.67 anni). Lo strumento prevede: - tre item 24 per quanto riguarda la subscala della componente Regole (alpha .71); - tre item 25 per quanto riguarda la subscala della componente Supervisione (alpha .71); - tre item 26 per quanto riguarda la subscala della componente Conflitto (alpha .82); - tre subscale che indagano la presenza di comportamenti a rischio: la Early Problem Behavior subscale 27 (alpha .72), una subscala 28 inerente la ribellione (alpha .76) e una 29 riguardante la sensation seeking 30 (alpha .78). 22 Ibidem 23 Bond, L., Thomas, L., Toumbourou, J., Patton, G., & Catalano, R. (2000). Improving the lives of young Victorians in our community: A survey of risk and protective factors. Melbourne: Centre for Adolescent Health. 24 (a) my family has clear rules about drug and alcohol use, (b) the rules in my family are clear e (c) my parents want me to call if I am going to be late home. I ragazzi sono stati invitati a rispondere in base ad una scala Likert a 4 punti, dove 1 corrisponde a “no” e 4 a “yes”. 25 (a) when I am not at home one of my parents knows where I am and who I am with, (b) my parents would know if I didn't come home on time e (c) my parents ask if I have done my homework. I ragazzi sono stati invitati a rispondere in base ad una scala Likert a 4 punti, dove 1 corrisponde a “no” e 4 a “yes”. 26 (a) people in my family often insult or yell at each other, (b) people in my family have serious arguments e (c) we argue about the same things in my family over and over again. I ragazzi sono stati invitati a rispondere in base ad una scala Likert a 4 punti, dove 1 corrisponde a “no” e 4 a “yes”. 27 E’ composta da otto item e chiede agli studenti di indicare “if they have been suspended from school, carried weapons, attacked someone, tried marijuana, age first smoked, age first drank more than a sip of alcohol, and if they drink alcohol regularly”. Agli item veniva richiesto di rispondere 1 per il “no” e 2 per il “yes” e, in caso di risposta affermativa, indicare l’età in cui si è verificato per la prima volta quanto chiesto nell’item. 28 Si compone di tre item: (a) I do the opposite of what people tell me just to make them angry, (b) I like to see how much I can get away with e (c) I ignore rules that get in my way. Gli studenti sono stati invitati a rispondere in base ad una scala Likert a 4 punti, dove 1 corrisponde a “no” e 4 a “yes”. 29 E’ composta da tre item: “have you ever (a) done what feels good no matter what? (b) done something crazy just for a buzz? and (c) done crazy things even if they are a little dangerous?”. I ragazzi sono stati invitati a rispondere in base ad una scala Likert a 6 punti, dove 1 corrisponde a “never” e 6 a “yes, once or more each week”. 30 “il bisogno di varie, nuove e complesse sensazioni ed esperienze e perciò la propensione ad assume-re rischi fisici e sociali al solo fine di tale esperienza”. (Zuckerman, M. (1971). Dimensions of sensation seeking. Journal of consulting and clinical psychology, 36(1), 45)
Estratto dalla tesi: Costrutti a confronto: parental monitoring, parental knowledge e consumo di sostanze