Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'analisi di scenario per lo sviluppo sostenibile di sistemi culturali complessi

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze della formazione, scienze politiche e sociali

Autore: Serena Bianco Contatta »

Composta da 160 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 53 click dal 12/05/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Serena Bianco

Mostra/Nascondi contenuto.
18 Il comportamento del sistema dipende da tutti i costituenti, inclusi quelli del mondo fisico in cui il sistema è inserito (caratteristica di apertura del sistema). Un sistema aperto può essere definito come “unità complessa organizzata che comprende le interazioni delle sue parti componenti interdipendenti e la sua relazione con l’ambiente” (Buckley, 1967). Nei processi umani, un sistema è inserito non solo nel mondo fisico ma anche e soprattutto nel mondo sociale. 1.3. L’uomo come sistema vivente e i sistemi sociali Nell’ambito della psicologia ed in particolare della psicoanalisi della relazione, è stata applicata la teoria dei sistemi anche all’uomo, che è stato concettualizzato come un sistema vivente e che, in quanto tale, ne acquisisce tutte le caratteristiche di sistema complesso. Uno dei massimi esponenti di questa teoria è Louis Sander, Professore di Psichiatria alla Boston University School of Medicine e alla University of Colorado, che ha preso spunto dagli antesignani di questo filone (Ludwig von Bertalanffy, Humberto Maturana e Francisco Varela) ed ha introdotto il punto di vista dinamico-sistemico, riformulando in veste nuova la teoria psicoanalitica. Sander (2005) afferma che: «non possiamo pensare a nessun organismo vivente, neppure al più piccolo microbo, senza pensare anche all’ambiente con cui è in continua interazione. Così, […] non possiamo considerare il solo organismo vivente, ma dobbiamo prendere in esame il “sistema” organismo-ambiente. Se poi partiamo dal sistema – l’organismo nello scambio continuo con il suo ambiente – allora dobbiamo considerare il processo, un processo continuo dai molteplici livelli di complessità, in parallelo: un processo paradossale poiché il processo della vita richiede sia una costante continuità, sia un costante cambiamento».
Estratto dalla tesi: L'analisi di scenario per lo sviluppo sostenibile di sistemi culturali complessi