Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il resoconto come strumento della formazione riflessiva in psicologia. Un'indagine empirica.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Serena Bianco Contatta »

Composta da 74 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 260 click dal 21/04/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Serena Bianco

Mostra/Nascondi contenuto.
9 categorizzazione della realtà e dunque di costruzione di senso con qualità differenti da quella cosciente. Coscienza e inconscio, in quanto organizzatori di processi di significazione ovvero processi di attribuzione di senso, partecipano entrambi alla produzione del pensiero e del linguaggio – orientando gli scambi discorsivi e il comportamento umano nei contesti sociali. 1.1. La simbolizzazione affettiva La coscienza funziona secondo una forma di pensiero razionale definita categorizzazione operativa e che si esprime tramite codici convenzionali (cfr. Zaccaro e Pagano, 2010) 12 . Il funzionamento inconscio della mente si dispiega parallelamente a quello conscio attraverso un modo di categorizzare la realtà definito simbolizzazione affettiva. Per simbolizzazione affettiva si intende un processo di significazione emozionale che permette di dare senso agli oggetti dell’esperienza e alle relazioni con gli altri. L’emozione è considerata un modo di categorizzare la realtà, il quale sta alla base della dimensione mentale individuale e della regolazione dei rapporti sociali. Per Matte Blanco inconscio, emozione e pensiero simmetrico coincidono. Ciò vuol dire che l’inconscio, attraverso la simbolizzazione affettiva, investe emozionalmente gli oggetti con cui si entra in rapporto - collocandoli in una classe sovraordinata e attribuendo loro tutte le proprietà della classe (generalizzazione) al loro grado più elevato (massimizzazione); inoltre per il pensiero simmetrico, attraverso il processo di irradiazione, un oggetto rappresenta tutti gli oggetti simili (cfr. Montesarchio e Venuleo, 2009) 13 . “La simbolizzazione affettiva categorizza la realtà in classi omogenee e generalizzate di significato” (Ivi, p.163). Dunque il senso come dimensione simbolico-affettiva inconscia ha un effetto omogeneizzante, cioè si configura come processo di indifferenziazione delle cose - e, riprendendo Bateson (1972) 14 , se non c’è differenza non può esserci apprendimento. 12 Zaccaro, A., Pagano, G. (2010). Il setting della relazione educativa. Psicologia Scolastica, vol. 7, n. 2, pp. 231-257. 13 Montesarchio, G., Venuleo, C. (2009), op. cit. 14 Bateson, G. (1972), op. cit.
Estratto dalla tesi: Il resoconto come strumento della formazione riflessiva in psicologia. Un'indagine empirica.