Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le chiese medievali di pellegrinaggio lungo il Cammino di Santiago de Compostela

Laurea liv.I

Facoltà: Beni culturali

Autore: Martina Garibaldi Contatta »

Composta da 88 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 191 click dal 28/04/2017.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Martina Garibaldi

Mostra/Nascondi contenuto.
13 Gesù nei capitelli. 57 La narrazione comincia nella mensola del lato sinistro del portale con un’Annunciazione piuttosto inusuale, che dà inizio al ciclo dell’Infanzia di Cristo: oltre ai due consueti protagonisti infatti, Maria e l’angelo Gabriele, è presente pure il Padreterno, inscritto in un disco sostenuto da angeli su nuvole, che regge con le mani il sole e la luna. Le scene seguenti sono: la Visitazione, la Natività, l’Annuncio ai pastori, la Presentazione al tempio, la Strage degli innocenti, i Re Magi al cospetto di Erode, la Fuga in Egitto e ad ultimo l’Adorazione dei Magi. 58 Nella mensola opposta si dispiega il ciclo della Passione, che si apre con l’Ingresso a Gerusalemme; l’Ultima Cena, con il traditore seduto dall’altra parte del tavolo; la Cattura di Cristo con il bacio di Giuda; la Deposizione dalla croce; la Visita delle tre Marie al sepolcro; l’Apparizione di Gesù alla Maddalena ed infine la discesa di Gesù al Limbo. 59 Sulle chiavi di volta delle strombature del portico poi sono presenti quattro sculture che rappresentano in alto la Crocifissione tra Maria e San Giovanni, con un pellicano e il suo cucciolo sopra la testa di Gesù, allusione al sacrificio e il teschio di Adamo ai suoi piedi, allusione al peccato originale; più in basso la Resurrezione di Cristo; la Trinità, rappresentata come Trono di Grazia, con il Signore incoronato che sostiene tra le sue braccia il Figlio crocifisso e dalle cui bocche esce la colomba, simbolo dello Spirito Santo; infine la figura di Dio Padre. 60 Il timpano presenta invece il Giudizio finale, con Cristo sul trono che mostra le piaghe, accompagnato dalle figure degli intercessori Maria e San Giovanni di grandezza inferiore. Nella parte alta dei piccoli angeli sostengono gli strumenti del martirio: la corona e il flagello, la lancia e i chiodi. Vi sono inoltre un angelo trombettiere che sostiene la croce, e la figura orante del committente, da identificare con un membro della famiglia Eza. È assai raro trovare il ritratto di un committente scolpito sulla facciata di una chiesa. Il Giudizio prosegue nella fascia 57 Martínez Álava, C. J., Aguadé, C. 2011: 49; Alcolea Gil, S. (Pamplona) 1998 : 146. 58 Martínez Álava, C. J., Aguadé, C. 2011: 47. 59 Martínez Álava, C. J., Aguadé, C. 2011: 48. 60 Martínez Álava, C. J., Aguadé, C. 2011: 48.
Estratto dalla tesi: Le chiese medievali di pellegrinaggio lungo il Cammino di Santiago de Compostela