Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il gioco e la creatività nel business: Il Metodo LEGO Serious Play

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Management e Comunicazione d'Impresa

Autore: Giovan Battista Grimaldi Contatta »

Composta da 109 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 488 click dal 16/05/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Giovan Battista Grimaldi

Mostra/Nascondi contenuto.
13 concetti nuovi e strutturati; il terzo tipo è quello che prevede una sostanziale trasformazione di una certa struttura per fare in modo che si generino nuove idee 15 . Il termine correlato di innovazione viene spesso indicato come la fase di attuazione della creatività di solito inquadrata all’interno di contesti organizzativi. Anderson, Potocnik e Zhou, nel parlare di creatività e innovazione in contesti organizzativi, affermano che: «Creativity and innovation at work are the process, outcomes, and products of attempts to develop and introduce new and improved ways of doing things. The creativity stage of this process refers to idea generation, and innovation to the subsequent stage of implementing ideas toward better procedures, practices, or products. Creativity and innovation can occur at the level of the individual, work-team, organization, or at more than one of these levels combined, but will invariably result in identifiable benefits at one more of these levels-of analysis» 16 . La creatività è la risorsa principale di tutte le crescite, dello sviluppo di nuovi prodotti e servizi, di nuove tecnologie, di nuove soluzioni ai vecchi problemi ed è ciò che definisce le differenze tra un’azienda in crescita e una in declino. La creatività è diventata punto cardine nel tema della knowledge economy 17 . Dagli studi già condotti da Graham Wallas 18 , si possono individuare quattro fasi del processo creativo: - Preparazione: la prima fase individua le idee come un qualcosa che non nasce dal vuoto. Semplicemente, se si vuole partire con l’innovare, c’è bisogno di dotare il cervello con qualcosa su cui lavorare. Nel caso di un musicista che suona utilizzando scale, note o canzoni, sta dotando il suo cervello di qualcosa che già esiste. Il cervello sta utilizzando l’attenzione, la memoria, l’elaborazione per raccogliere informazioni e crearne di nuove. - Incubazione: La seconda fase importante è quella definita come “la fase del lasciar andare”. Lasciar andare la mente e fantasticare verso altri pensieri, porta a una maggiore creatività. 15 Boden, M.A. (1998), Creativity and artificial intelligence, Artificial Intelligence, No. 103, pp. 347-356. 16 Anderson N., Potočnik, K., & Zhou, J. (2014). Innovation and creativity in organizations a state-of-the- science review, prospective commentary, and guiding framework. Journal of Management, 40(5), 1297-1333. 17 Per knowledge economy si intende “l'economia della conoscenza come la produzione di beni e servizi basati sulle attività ad alta intensità di conoscenze che contribuiscono a un ritmo accelerato di progresso scientifico e tecnologico, così come altrettanto rapida obsolescenza”. Powell W. e Snellman K., “the knowledge economy” Annu. Rev. Sociol. 2004. 30:199–220, 18 Rothenberg, A., & Hausman, C. R. (1976). The Creativity question. Durham N.C.: Duke University Press.
Estratto dalla tesi: Il gioco e la creatività nel business: Il Metodo LEGO Serious Play