Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il fenomeno ''ITANGLESE''

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Arianna Di Nardo Contatta »

Composta da 46 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1492 click dal 30/06/2017.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Arianna Di Nardo

Mostra/Nascondi contenuto.
8 Gli anglicismi, una volta entrati nel vocabolario italiano, seguono alcune regole proprie della lingua italiana, riguardanti il genere, il numero, la grafia, ecc. 32 Il genere di un anglicismo dipende dal suo corrispondente italiano, per esempio mailbox è femminile perché corrisponde alla ‘casella di posta elettronica’. Ci sono tuttavia delle eccezioni, per esempio web è maschile nonostante il suo corrispettivo italiano ‘rete’ sia femminile. Per quanto riguarda il numero, la maggior parte delle parole italiane entrate nell’uso restano invariabili, per esempio gli hobby (e non gli hobbies), gli sport (e non sports), i bar (e non i bars) ecc. L’eccezione riguarda le parole che entrano a far parte del lessico già nella forma plurale ad es. blue-jeans. L’articolo si usa come si userebbe in italiano, cioè in base al suono della lettera iniziale: la chat, il jazz, lo smartphone, … lo stesso vale per parole inizianti per ‘w’ (il/un week-end, il/un wafer) mentre per le parole che iniziano per ‘h’ muta e ‘h’ aspirata si hanno trattamenti diversi. Se è muta, si usa ‘l’’ o ‘un’ (un hotel, l’homepage) mentre se è aspirata si usa l’articolo completo ‘lo/a’ o ‘uno/a’ (lo hammam). Per rappresentare realtà straniere e nuove, spesso si procede alla creazione di neologismi attraverso “l’italianizzazione di parole straniere” 33 con l’aggiunta di prefissi o suffissi. Per esempio l’evoluzione del lavoro ha portato al tele-lavoro, l’aumento dell’utilizzo di internet da parte dei giovanissimi ha creato il fenomeno del cyber-bullismo ecc. Si sono italianizzati anche verbi e sostantivi inglesi mediante l’uso di suffissi: snobbare (verbo) e snobbato/a (aggettivo) da snob, chattare da chat, sportivo da sport, barista da bar, ecc. 1.2. Storia dei rapporti linguistici tra inglese e italiano: dall’ammirazione per il British a quella per l’American Il rapporto tra la lingua inglese e quella italiana non è stato sempre uguale nel corso degli anni. Vedremo da una parte qual è stata nel corso dei secoli (e qual è oggi) l’importanza della lingua italiana per i paesi anglofoni e, d’altra parte, come l’ammirazione degli italiani per l’inglese passò dal modello britannico a quello americano. Bisogna notare inoltre che i contatti tra la lingua italiana e quella inglese 32 Cfr. A. Taglialatela, Op. Cit., pp. 78-79. 33 Ibidem.
Estratto dalla tesi: Il fenomeno ''ITANGLESE''