Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Marketing relazionale e tecnologie della comunicazione: il caso Ikea

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Gregorio Caselli Contatta »

Composta da 33 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 625 click dal 07/07/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Gregorio Caselli

Mostra/Nascondi contenuto.
il passaggio successivo all' interattività sia quello della partecipazione. Uno scambio partecipato è un immenso vantaggio per entrambe le parti e dove la tecnologia svolge un ruolo fondamentale che è quello di essere il mezzo attraverso cui clienti e aziende abbiano la possibilità di parlarsi e mettano in tavola le proprie carte, ognuno al servizio dell' altro. Questa possibilità è il cambiamento cruciale che è avvenuto nel marketing relazionale e con l' aiuto della tecnologia. Ovvero quello di aver portato sullo stesso livello azienda e clienti. Questa relazione di parità ha fatto si che le aziende si siano dovute ri concepire e aprirsi a un processo produttivo – organizzativo che mette al centro le proposte, i bisogni e le richieste dei clienti. Un cliente protagonista e soddisfatto dopo l' acquisto, o dopo la fruizione del servizio, svolge un compito ancor più importante che è quello di creare la reputazione dell' azienda di cui ha usufruito. Anche in questo processo la tecnologia svolge un ruolo chiave poiché immediatezza, social e interattività permettono ai clienti di esprimere giudizi (buoni o cattivi) in tempo reale e in mondo visione. Proprio per questo diventa sempre più importante che i prodotti siano di qualità elevata e che si completino con servizi post vendita di altrettanta qualità. D' altro canto, se per l' azienda quest' ultimo aspetto implica enormi rischi, implica anche innumerevoli vantaggi: Innanzi tutto, l' azienda, può avere una panoramica sul livello di soddisfazione dei suoi prodotti in tempo reale; In secondo luogo un rapporto alla pari fa si che il livello di conoscenza dei clienti sia sempre più preciso e quindi sarà sempre più facile creare prodotti su misura per essi. Un vantaggio sino a qualche anno fa impensabile sempre offerto dalla tecnologia, è la possibilità di intervenire e correggere errori, che siano di produzione o di reputazione. Se l' immediatezza e la brutalità della reazione del pubblico possono essere senza pietà da un lato, forniranno immediato riscontro per poter intervenire dall' altro, facendo di un errore una virtù. Lo scambio alla pari, permette anche all' azienda di offrire ai consumatori, che conosce sempre meglio, di lanciare promozioni, comunicare cambiamenti, eventi, lancio di nuovi prodotti in tempo reale e avere la possibilità di contattarli direttamente. In ottica di relazione alla pari ha anche la possibilità di comunicare ai clienti i cambiamenti messi in atto grazie ai loro suggerimenti/lamentele. 13
Estratto dalla tesi: Marketing relazionale e tecnologie della comunicazione: il caso Ikea