Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Binomio mente-corpo nello sport: per un benessere psico-fisico

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Motorie

Autore: Gianfranco Summa Contatta »

Composta da 25 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 238 click dal 24/07/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Gianfranco Summa

Mostra/Nascondi contenuto.
(2)UNIONE FRA AZIONE E COSCIENZA “Quando sono necessarie tutte le competenze di una persona per far fronte alle sfide di una situazione, l'attenzione di quella persona è completamente assorbita dall'attività”. 7 I soggetti sono totalmente coinvolti come se fossero un'unica cosa con la performance, questo li porta ad eseguire i gesti con automaticità e naturalezza evitando pensieri intrusivi. (3)CHIARI OBIETTIVI Un'altra condizione importante per il verificarsi lo stato di flow è quella di avere delle mete chiare, obiettivi che devono essere alla portata del soggetto quindi specifici, possibili e misurabili. Specialmente nelle attività sportive bisogna prefissare e\o prefissarsi degli scopi da raggiungere altrimenti diventa facile perdersi nelle vaste opportunità che può offrire l'esperienza in sé, questo influisce anche sul rapporto challenge\skill. (4) FEEDBACK IMMEDIATI il raggiungimento degli obiettivi deve essere favorito da feedback immediati, cioè quelle retroazioni che forniscono un'idea chiara all'individuo di ciò che sta facendo e su come lo sta facendo, in modo da riconoscere la correttezza del compito e quindi se bisogna apportare modifiche o meno. (5)CONCENTRAZIONE SUL COMPITO Un altro aspetto che contraddistingue l'esperienza di flow è il totale assorbimento nell'attività, in questo stato si è totalmente concentrati sul compito che nella mente non c'è altro spazio per l'elaborazione di informazioni che potrebbero essere distraenti. In questo contesto è interessante la citazione di Edwin Moses, grande ostacolista, in cui descrive la concentrazione necessaria per una gara: “your mind has to be absolutely clear. The fact that you have to cope with your opponent, jet lag, different foods, sleeping in hotels, and personal problems has to erased from consciousness - as if they didn't exist”. Il campione olimpico e mondiale fa riferimento a eventi sportivi di caratura internazionale ma la concentrazione totale può essere espressa in qualsiasi attività ed è utile per realizzare ordine nella coscienza in modo da non creare un disordine psichico, appunto la vasta gamma di pensieri intrusivi che possono limitare la performance. (6)SENSO DI CONTROLLO Nelle attività in cui è possibile sperimentare lo stato di flow, il soggetto ha un pieno controllo di se stesso, cioè quello che deve fare lo riesce ad eseguire con naturalezza senza preoccuparsi di eventi futuri che possono danneggiare sia esso stesso sia la performance. 9
Estratto dalla tesi: Binomio mente-corpo nello sport: per un benessere psico-fisico