Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La filosofia Akan della persona

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Umanistiche

Autore: Paola Bergamini Contatta »

Composta da 190 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 443 click dal 10/10/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Paola Bergamini

Mostra/Nascondi contenuto.
17 costumi, i valori, i sistemi di ordine sociale, le pratiche e le istituzioni che rendono impossibile ogni tentativo di rigida separazione tra le società africane. Indicazioni sulla presenza di un sostrato comune di idee e pratiche basilari sono fornite dai più svariati ambiti, da quello religioso dove si è sottolineata la presenza di una identità sottostante a tutta l'africa sub-sahariana, all'ambito linguistico, in cui le lingue dell'africa occidentale come quella Akan sembrano derivare da un unico ceppo comune, quello delle lingue tano centrali, all'ambito che sarà oggetto dei successivi capitoli, quello morale, in cui si riscontrerà la presenza di un numero non indifferente di concetti e punti di vista comuni, nella concezione di un'etica umanistica e comunitaria, nell'importanza della collettività come nucleo fondante l'ordine sociale e l‟essenza della vita umana stessa, nella pratica di devozione agli antenati o, infine, nell'uso del proverbio come fonte di sapere e conoscenza. Questi sono solo degli esempi che mostrano il motivo per cui un pensatore Akan come Gyekye, nel compito di autodefinire la cultura e la filosofia della sua società, inserisce quest'ultima in un quadro più ampio di connessione con le altre comunità, invece che segregarla nella separatezza delle sue peculiarità che, seppur esistenti, derivano da un fondamento basilare che trae la sua origine da un insieme di credenze, concetti e visioni estendibili a tutto il continente africano. 1.3 Esiste una filosofia africana Akan? La filosofia è certamente un'attività umana universale, che è stata e continua a essere perseguita da persone appartenenti a culture e contesti diversi, poiché rispecchia quell'umana propensione e tendenza a riflettere e ad assumere un punto di vista sulla propria esperienza ed esistenza. Gli enigmi relativi a queste ultime e le limitazioni su ciò che l'uomo può conoscere e raggiungere attraverso la sua intelligenza sono ciò che conduce pensatori dal diverso background culturale a porsi domande molto simili se non identiche tra loro e, spesso, a fornire risposte estremamente affini. Pertanto anche nella comunità Akan i pensatori, sulla base della loro esperienza e del loro sistema culturale, hanno riflettuto e sollevato questioni importanti sull'origine del mondo, sull'esistenza di un Dio, sulla natura umana, sulla
Estratto dalla tesi: La filosofia Akan della persona