Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La relazione tra modulazione della prossimità spaziale e attaccamento

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Antonella Serafino Contatta »

Composta da 76 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 152 click dal 04/10/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Antonella Serafino

Mostra/Nascondi contenuto.
12 Fig.5 “Distanza intima e personale “ da Kennedy et al. (2009) 1.3 Altri fattori che influenzano lo spazio interpersonale: genere, età e caratteristiche culturali La distanza interpersonale fra due persone è influenzata dal rapporto esistente. Feeney nell’articolo “Issues of Closeness and distance in dating relationships: Effects of sex and attachment style” approfondisce gli effetti del sesso e del tipo di attaccamento sul desiderio di vicinanza o lontananza delle persone che hanno una relazione intima. I risultati dell’esperimento dimostrano che le donne sono più propense a mantenere una distanza ravvicinata nelle relazioni intime, più degli uomini. Oltre a Freeney, anche VanLear (1998) e Baxter (1990) si sono interessati a tale tematica ed hanno studiato la relazione fra quantità di spazio interpersonale e relazione presente fra due persone. Come i loro studi dimostrano, nessuna relazione di coppia può esistere senza che ciascuno abbia i propri spazi, sviluppi la propria autonomia e sappia vivere in modo indipendente. A livello prossemico in coppia, una vicinanza troppo forte implica e si traduce in una distruzione della propria individualità e, quindi, della relazione. Lo spazio fra due persone si estende o si restringe anche in base ad altre variabili, come il contesto ambientale, le differenze di genere, cross/sub- culturali, l’età. Esistono dei fattori oggettivi e soggettivi che regolano e influenzano la distanza fra due persone: fra i fattori oggettivi troviamo la profondità, l’altezza o la nostra posizione in una stanza (Daves, 1971), fra quelli soggettivi, le caratteristiche della persona come essere sotto stress, essere introversi/estroversi (Bell, 2005), o la qualità dello stato d’animo (un
Estratto dalla tesi: La relazione tra  modulazione della prossimità spaziale e attaccamento