Skip to content

Il Retro Branding nel cinema: il caso Star Wars

Estratto della Tesi di Victoria Quill

Mostra/Nascondi contenuto.
12 1.3.2 L’avvento del concetto moderno di brand La marca moderna nasce con il consumo di massa. Fino agli inizi del Novecento si configura una domanda di sussistenza, in quanto la fame e la miseria accompagnano intere generazioni. Si prospetta uno scenario in cui il mercato è composto da prodotti anonimi, principalmente commodity 6 , la struttura distributiva del commercio è nella vendita al dettaglio, la domanda è omogenea; e dove il negoziante consiglia personalmente il cliente, lo guida, lo orienta, e lo rassicura. Funge da tramite tra l’azienda produttrice e il consumatore finale, è l’esperto di fiducia che garantisce e rassicura in prima persona. Il brand, fino a questo momento, non parla alla gente, non comunica, non fa pubblicità; è ancora un trademark (marchio), che funge da segno di riconoscimento e identificazione: ma solo per il bottegaio. La competenza in merito agli articoli in vendita è tutta nelle sue mani. Il concetto moderno di brand, che “parla” finalmente con il consumatore, senza intermediari, inizia dopo la rivoluzione industriale. La produzione di massa introduce sul mercato un numero crescente di beni, rendendoli accessibili a strati sempre più vasti della popolazione. Si configura così un nuovo scenario in cui la standardizzazione facilita gli scambi commerciali e la domanda viene stimolata con l’aiuto di strumenti maggiormente persuasivi: le prime forme di pubblicità; le prime forme di packaging; certi personaggi di marca per rendere più familiari le merci. In questo momento si profila la necessità di accattivarsi la clientela, rassicurarla, spiegare i nuovi prodotti industriali, e costruire fiducia. La sopravvivenza delle fabbriche e l’espansione produttiva dipendono dall’assorbimento e dalla richiesta continua di prodotti. In questo modo si compie il passaggio alla produzione in serie, il cui emblema è rappresentato dall’automobile della Ford modello T, rigorosamente uguale a se stesso e nero. È in questo contesto, ovvero di deterioramento inesorabile di un mondo fatto di legami personali diretti e sostituiti da legami nuovi e mediazioni astratte, che affonda le radici l’idea moderna di marca/brand. Fino alla battuta d’arresto dovuta allo scoppio della seconda guerra mondiale. 6 Locuzione anglosassone che descrive ogni tipo di merce o materia prima tangibile e fruibile sul mercato, facilmente immagazzinabile e conservabile nel tempo. Deriva dal francese commodité, con il significato di ottenibile comodamente (http://www.treccani.it)
Estratto dalla tesi: Il Retro Branding nel cinema: il caso Star Wars

Estratto dalla tesi:

Il Retro Branding nel cinema: il caso Star Wars

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Victoria Quill
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2015-16
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Interfacoltà di Economia-Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze dell'economia e della gestione aziendale
  Relatore: Marta Massi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 40

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

marketing
cinema
brand
nostalgia
retro brand

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi