Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Programma Nazionale Esiti: comprensione e analisi di alcuni indicatori

Laurea liv.I

Facoltà: Statistica, Economia e Finanza

Autore: Davide Gulino Contatta »

Composta da 56 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 34 click dal 21/11/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Davide Gulino

Mostra/Nascondi contenuto.
52 5. Conclusioni 5.1. Considerazioni sull’analisi statistica dei dati Le serie storiche estratte in totale sono state 37: tuttavia, alcune di esse non sono state trattate nella mia analisi in quanto i modelli statistici stimati per quelle serie storiche non davano dei buoni adattamenti per le serie originali, anche in ambito previsionale. Questo si è verificato nei casi con numerosità ridotta (nell’ordine dei 5-6 ricoveri per mese), ma anche in dei casi con numerosità più elevata, quali ad esempio gli indicatori “artroscopia di ginocchio” e “scompenso cardiaco congestizio” (che avevano circa 80 ricoveri per mese, per cui ci si sarebbe aspettato fossero semplici da studiare). Le difficoltà si sono avute soprattutto in quelli indicatori che non presentavano alcuna stagionalità (e quindi nessuna possibilità di differenziazione) e in quelli che vedevano l’andamento della serie “irregolare”, con continui picchi che vedevano l’applicazione dei modelli ARIMA inadeguata con la serie originale, dando valori dei criteri di parsimonia molto elevati (con valori spesso superiori a 500). Infine, anche per alcuni modelli che avevano un buon adattamento generale alla serie, non era possibile prevedere l’andamento della serie nel futuro, ciò dovuto probabilmente a modelli “forzati” che non riuscivano a stimare troppi dati. 5.2. Uso dei dati stimati per l’ULSS16 Come scritto in sede di introduzione, non è stato possibile calcolare (nel periodo di stage) i tassi di mortalità per i singoli volumi di ricovero, in quanto questi tassi vengono calcolati con un protocollo del PNE che prevede di distinguere i ricoveri singoli dai ricoveri ripetuti in un tot di tempo (di solito, quattro settimane). I dati stimati sui volumi di ricovero per l’anno 2014 saranno quindi usati dall’ULSS16 con i tassi di mortalità dell’ultimo anno disponibile (in questo caso, 2013) per cercare di fare una prima stima sui dati grezzi di mortalità (ci si aspetta che i tassi di mortalità non abbiano grandi variazioni nel corso degli anni) per vedere, anche in questo caso, se le stime effettuate siano state buone o meno.
Estratto dalla tesi: Il Programma Nazionale Esiti: comprensione e analisi di alcuni indicatori