Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studiare di più e meglio: un approccio evidence based per potenziare metodi e strategie di studio in allievi con Bisogni Educativi Speciali

Tesi di Dottorato

Dipartimento: PSICOLOGIA

Autore: Iris Pelizzoni Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 116 click dal 22/01/2018.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Iris Pelizzoni

Mostra/Nascondi contenuto.
strettamente legate allo studio: 1) l’elaborazione attiva, ovvero la capacità di trasformare le informazioni del testo in informazioni personali; 2) la memoria di lavoro, il magazzino di memoria che consente di mantenere attive le informazioni utili da organizzare; 3) l’elaborazione coerente e sistematica che consente di cercare di recuperare le informazioni memorizzate tenendo conto delle modalità attraverso cui si erano studiate; 4) le strategie di studio e la creazione di nuove strategie; 5) la scelta della giusta strategia in base al materiale da studiare; infine, 6) controllo del processo di studio. Gli stessi autori definiscono le strategie come sequenze interdipendenti di processi finalizzati allo svolgimento di un compito o alla soluzione di un problema. Esse sono necessariamente, per loro stessa natura, consapevoli e controllabili. Pressley, Yokoi, Van Meter, Van Etten e Freebern, nel 1989, proposero il concetto di “buon utilizzatore di strategie” per designare il risultato atteso da un insegnamento efficace di strategie. Questo concetto sottolinea l’importanza, per l’alunno, di acquisire dei set di strategie, coordinandole e variandole a seconda della situazione. Sebbene questa fase di ricerca didattica ci abbia fornito informazioni importanti, l’incapacità di mantenere e generalizzare le strategie è un dato comunemente riscontrato (Borkowski & Cavanaugh, 1979; Garner, 1987). Ne consegue che l’istruzione diretta sulle strategie non è seguita da un loro uso persistente e continuativo. Inoltre, puntare sull’insegnamento di strategie, senza programmare un successivo mantenimento, spesso non porta ad un apprendimento autonomo e autoregolato e generalmente non ha un’influenza apprezzabile in classe (Borkowski & Muthukrishna, 1994). 11
Estratto dalla tesi: Studiare di più e meglio:  un approccio evidence based per potenziare metodi e strategie di studio in allievi con Bisogni Educativi Speciali