Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La legislazione americana in tema di diritto dell'immigrazione: Il caso del Travel Ban

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Eleonora Stringhetta Contatta »

Composta da 165 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 110 click dal 26/01/2018.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Eleonora Stringhetta

Mostra/Nascondi contenuto.
14 attentati alla sicurezza nazionale americana, e per questo motivo l'attenzione degli organi pubblici si é spostata nel senso di vietare l'ingresso a gruppi etnici di immigrati che potrebbero avere contatti con cellule terroristiche. In questo modo, però, é solo aumentata l'ostilità nei confronti di soggetti provenienti da Paesi in cui questo tipo di organizzazioni operano o hanno la loro base centrale. L'immigrazione viene adesso regolamentata in quanto possibile mezzo di accesso di soggetti eventualmente affiliati o addirittura appartenenti a queste organizzazioni terroristiche, in particolare di matrice islamica. Nel 2003, infatti, l'amministrazione Bush, in sostituzione della vecchia agenzia federale INS, ha creato il Department of Homeland Security (DHS) che anche oggi provvede alla sicurezza interna degli Stati Uniti, preparandosi anche a rispondere ad eventuali situazioni di emergenza. L’attività complessa del DHS viene affidata alle cure di tre diverse agenzie: la U.S. Customs and Border Enforcement (CBE) che si occupa della protezione delle frontiere; la U.S. Citizenship and Immigration Services (USCIS) che, invece, si occupa dei servizi di naturalizzazione, asilo e della permanenza degli immigrati nel territorio americano; la U.S. Immigration and Customs Enforcement (ICE) che, infine, si occupa delle eventuali indagini e dei processi per l'espulsione degli immigrati ritenuti allontanabili dal territorio americano 39 . Anche durante l'amministrazione Obama il diritto di immigrazione ha subito alcune modifiche. É, infatti, stato creato il sistema delle "deferred action" con cui il DHS può sollevare alcuni immigrati entrati illegalmente nel territorio americano dal procedimento di espulsione. Un primo atto, il Deferred Action for Childhood Arrivals (DACA) del giugno 2012, ammetteva l'applicazione delle deferred actions nei confronti di coloro che possedevano determinati requisiti, indicati espressamente, tra i quali l'essere arrivati nel territorio americano prima del compimento dei 16 anni di età, l'essere residenti nel territorio americano almeno dal 2007 e l'essere diplomati o iscritti ad un programma d'istruzione 40 . La ratio sottesa al DACA era evitare l'allontanamento dal territorio americano di coloro che erano entrati illegalmente ma non per loro volontà, e che sono cresciuti come membri effettivi della comunità in cui hanno risieduto per tutto questo Il termine "enemy aliens" si ritrova già nell'Enemy Alien Act del 1798 che emanava disposizioni con riguardo agli immigrati provenienti da Nazioni ostili agli Stati Uniti o con cui gli Stati Uniti erano in guerra [Cfr.: KAREN NELSON MOORE, Madison Lecture. Aliens and the Constitution, 88 N.Y.U. L. Rev., 801, nota 28 (2013)]. 39 E.g.: CORNELL LAW SCHOOL, Wex Legal Information Institute (LII), Immigration Law: An Overview, op. cit.; DEPARTMENT OF HOMELAND AND SECURITY, About DHS ; HIROSHI MOTOMURA, The curious evolution of immigration law: Procedural surrogates fo substantive constitutional rights, 92 Culmn. L. Rev. 1625, 1632-1633 (1992). 40 HIROSHI MOTOMURA, The President's dilemma: Executive authority, enforcement, and the rule of law in immigration law, 55 Washburn L.J. 1, 3 (2015-2016).
Estratto dalla tesi: La legislazione americana in tema di diritto dell'immigrazione: Il caso del Travel Ban