Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il valore della musica nello sviluppo del bambino

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze dell'educazione e della formazione

Autore: Debora Scigliano Contatta »

Composta da 55 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 452 click dal 16/03/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Debora Scigliano

Mostra/Nascondi contenuto.
13 essere di rinforzo l’uno con l’altro nello sviluppo del bambino. Poiché musica e linguaggio sono costituiti da delle sequenze sorrette dalle regole della sintassi, molti studiosi confermano che i bambini che dimostrano di avere determinate difficoltà linguistiche, ne dimostrano altrettante nel processamento della sintassi musicale, con ciò si intende quel principio che “presenta delle regole che consentono di combinare i segni musicali tra loro fino a costituire un sistema” 14 . Diversi esperimenti dimostrano gli effetti positivi dell’istruzione musicale nei bambini nel processamento dei toni della musica così come nel linguaggio, dunque tale abilità è correlata alla formazione musicale. Un medico francese, Alfred Tomatis 15 , ideatore di un metodo di musicoterapia, sostenne che far ascoltare musica ai più piccoli, in particolare Mozart, favorisce l’apprendimento del linguaggio, il rimo allegro di molte sue sinfonie influisce in modo positivo sul sistema nervoso centrale regolarizzando il battito cardiaco, favorendo uno stimolo per l’attenzione e rilassando. Uno studio recente condotto dalla direttrice del laboratorio di scienze cognitive, Nina Krauss, insieme ad un gruppo di ricercatori della Northwestern University, proponendo dei test ad un centinaio di bambini, prova il forte collegamento che si instaura tra la capacità di linguaggio, la musica ed il senso del ritmo, e che quest’ultimo sia addirittura parte integrante del linguaggio umano. Dai risultati dell’esperimento è emerso che i bambini con una formazione musicale hanno anche ottenuto migliori risultati nella comprensione del linguaggio parlato, ovverosia i bambini che 14 http://www.treccani.it/enciclopedia/musica-e-cervello_%28Dizionario-di-Medicina%29/ (consultazione 10/11/2017). 15 Nato a Nizza nel 1920 fu un otorinolaringoiatra francese che si occupò per oltre 40 anni dei disturbi dell’ascolto legato all’udito.
Estratto dalla tesi: Il valore della musica nello sviluppo del bambino