Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nutrizione enterale e Nutrizione parenterale nel paziente ospedalizzato, valutazione clinica ed economica

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Alessandro Raimondi Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 102 click dal 28/03/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Alessandro Raimondi

Mostra/Nascondi contenuto.
32 ME T A -ANAL IS I P er l' analisi del nostro ' caso ' , abbiamo ristretto l' attenzione a studi che hanno confrontato la E N a P N. A bbiamo analizzato separatamente studi di terapie nutrizionali alternative (per via orale, endovenosa, e il digiuno) . A bbiamo usato il modello procedura di meta-analisi per effetto random di DerS imonian e Laird (S tata 9.2 / S E , A DO-file ME T A 2 0 ) per sintetizzare i risultati tra gli studi di ciascuna delle cinque manifestazione cliniche e le quattro categorie di risorse sopra descritte. P er tutte e quattro le categorie di eventi diversi da quelli di mortalità, abbiamo usato un effetto casuale in quanto tali categorie designate includevano un mix dei risultati. P er le altre meta-analisi (mortalità e i quattro esiti delle risorse), abbiamo utilizzato criteri statistici descritti da K oretz e colleghi per determinare se l' eterogeneità tra gli studi era sufficiente per giustificare l' uso della modellazione casuale degli effetti (I²> 25 o P ≤ 0,10), o se gli studi sono stati sufficientemente simili per giustificare l' uso di modelli ad effetti fissi. P er i risultati clinici, abbiamo riportato sia eventi avversi sia il rischio relativo e la differenza di rischio assoluto. P er l' impatto sulle risorse, abbiamo riportato le differenze in assoluto dei pazienti (ad esempio, riduzione della durata di degenza per paziente). P oiché gli studi spesso riportano più di un risultato in una o più delle nostre categorie, e poiché i risultati di un singolo studio sono plausibilmente correlati, abbiamo selezionato non più di un risultato da ogni studio per ciascuna categoria. S e uno studio riporta più di un risultato per la morte (per esempio, la morte entro 7 giorni a seguito di una procedura, e la morte entro
Estratto dalla tesi: Nutrizione enterale e Nutrizione parenterale nel paziente ospedalizzato, valutazione clinica ed economica