Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Disoccupazione Digitale: Cause, conseguenze e soluzioni

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Giuseppe Annese Contatta »

Composta da 55 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 264 click dal 03/05/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Giuseppe Annese

Mostra/Nascondi contenuto.
~ 18 ~ sempre più basse. Date le cause del precariato, in esso confluiscono varie categorie di individui, dai più giovani che si accingono a cercare lavoro, ai disoccupati che l’hanno perso. Il precariato deve combattere varie sfide sociali. La prima grande sfida che la classe dei precari deve affrontare è l’abituarsi ad una vita lavorativa instabile, e quindi ad una vita instabile. Si sviluppa nei precari una sorta di “insicurezza esistenziale”. La mancanza di punti di riferimento precisi, in questo caso la mancanza di una sicurezza lavorativa, come ci ricordava Bauman, crea una “sindrome dell’insicurezza” che si ripercuote sull’agire umano (Z. Bauman,2003). I precari non hanno nessuna “occupational narrative”, un’identità occupazionale all’interno delle loro vite, che aiuta gli individui a rispondere alle domande esistenziali, “Chi sono?” “Cosa voglio diventare?”. Tutto questo contribuisce ad alimentare nel soggetto stati psicologici negativi, demotivazione e depressione. I casi di disturbi legati alla depressione risultano infatti in aumento del 20% dal 2005 al 2015, nel mondo ne sono affetti più di 320 milioni di individui, la maggior parte nei paesi ricchi (OMS,2017). Gli individui che si trovano nel precariato soffrono di quella che Standing chiama “The Precariatised mind”, che potremmo tradurre come “precarizzazione del pensiero”. La mancanza di prospettive porta l’individuo all’impossibilità di pensare a lungo raggio, l’individuo ha più difficoltà ad approcciarsi al futuro e a sviluppare progetti a lungo termine. Si sviluppa nei precari anche un senso di anomia, il precario si sente estraniato dal sistema sociale e non è in grado di riconoscersi più nei suoi simili. Inoltre, i precari si trovano in una situazione nella quale non riescono a capire qual è l’uso migliore del tempo che hanno a disposizione. Questo è dovuto in
Estratto dalla tesi: Disoccupazione Digitale: Cause, conseguenze e soluzioni