Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La difficoltà della comunicazione e dello sviluppo del linguaggio in bambini affetti da autismo

Tesi di Master

Autore: Ilaria Cavaliere Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 20 click dal 25/07/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Ilaria Cavaliere

Mostra/Nascondi contenuto.
10 modificato). Movimenti inusuali ripetitivi, stereotipie motorie (ad esempio, battere o torcere le mani, sfarfallamento, dondolio del tronco), utilizzo improprio dei giocattoli, scarsa coscienza dei pericoli o forti paure ingiustificate. Persistente ed eccessivo attaccamento agli oggetti. Infine sono considerati anche particolari comportamenti tipici dell’autismo, improvvisi sbalzi di umore passando velocemente da risate a pianti inappropriati; iperattività o passività; comportamenti eteroaggressivi, quindi aggressività verso gli altri e autoaggressivi come picchiarsi la testa o mordersi le mani, spesso rivolti anche verso gli altri (soprattutto quando non si riesce a comprendere la natura della richiesta di un bambino); fobie, disturbi del sonno e dell’alimentazione. Alcuni sono anche particolarmente sensibili al suono, al tocco, alla vista e all’odore. È noto che il livello di gravità e la comparsa dei sintomi dell’autismo è molto variabile, ed è proprio questa varietà a rendere difficile la comprensione dei comportamenti e la strutturazione di interventi adeguati 6 . Un disturbo complesso come l’autismo tuttavia non può essere compreso se ci si limita soltanto ad un semplice elenco di sintomi: non siamo infatti di fronte soltanto a semplici carenze o ritardi nello sviluppo, ma anche a modalità diverse di interpretazione e di comprensione del mondo. Le persone con disturbo dello spettro autistico si caratterizzano per uno sviluppo fondato su modalità percettive, immaginative, ideative, socio-affettive, e più in generale, da uno stile di funzionamento cognitivo qualitativamente diverso. Certamente la conoscenza dei tratti comuni e tipici connessi alla sindrome è fondamentale come punto di partenza per l’osservazione e per la diagnosi, ma pensare a condizioni standard sarebbe alquanto riduttivo 7 . 6 Ivi, p. 27 7 Società Italiana di Pedagogia Speciale, op. cit., p. 18
Estratto dalla tesi: La difficoltà della comunicazione e dello sviluppo del linguaggio in bambini affetti da autismo