Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La didattica orientativa a confronto con le nuove indicazioni nazionali per il curricolo

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Manuel Luise Contatta »

Composta da 49 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 26 click dal 11/07/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Manuel Luise

Mostra/Nascondi contenuto.
10 La didattica orientativa per competenze La comparsa del modello europeo EQF 14 , adottato in forma libera da tutti gli stati membri, costituisce un passo importante nell'indirizzare la metodologia educativa verso un sistema per competenze; queste superano e prendono le distanze dai tradizionali concetti di ambito disciplinare e di contesto organizzativo, ma indicano caratteristiche di natura etico- morale della persona, in altre parole una disposizione positiva di fronte al reale. La prospettiva delle competenze indica un modello antropologico specifico: un tipo di essere umano volitivo, curioso, che si coinvolge in un’esperienza culturale con gli altri. Non si limita a ripetere ciò che impara, ma lo argomenta e lo utilizza nell’opera culturale che costituisce la sua vita, rischiando di sbagliare, ma aprendo una possibilità di ulteriore conoscenza. Non vive il sapere entro una dimensione privata, ma ne rende partecipi gli altri. ¨ un soggetto moderatamente competitivo, ma leale. ¨ una persona ambidestra: creativa all’occorrenza, ma anche in grado di apprendere per imitazione e ripetizione. ¨ un viaggiatore, un esploratore della cultura 15 . Ciò è possibile soltanto attraverso lo studio e la conoscenza della condizione umana, passata e presente, e soprattutto attraverso una profonda comprensione delle sfere del vero (e del falso), del bello (e del brutto), del bene (e del male) 16 . Fulcro di un impianto metodologico che sposta il baricentro da una impostazione centrata sull’insegnamento ad una che persegue l’apprendimento, la competenza è la “capacità dimostrata di utilizzare le conoscenze, le abilità e le attitudini personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e/o personale. Nel sistema europeo EQF, le competenze sono descritte in termini di responsabilità e autonomia” 17 . ¨ evidente che gli interventi del nostro sistema educativo mirano nella maggior parte dei casi alla banalizzazione dei nostri figli. Uso qui il termine di "banalizzazione" nel preciso senso in cui viene impiegato nella teoria degli automi [...]. PoichØ il nostro sistema educativo è inteso a generare cittadini prevedibili, esso mira ad amputare quegli indesiderabili stati interni che generano imprevedibilità e novità. Ciò è dimostrato in maniera incontrovertibile dal nostro sistema di verifica, l'esame, durante il quale si fanno solo domande di cui si conosce già (o è già definita) la risposta, che lo studente deve mandare a memoria. Queste domande io le chiamerò "domande illegittime". Non sarebbe affascinante pensare a un sistema educativo che miri a de-banalizzare gli studenti, insegnando loro a fare "domande legittime", domande di cui non si conosce la risposta? 18 14 European Qualification Framework, Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio sulla costituzione del Quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente http://ec.europa.eu/education/policies/educ/eqf/rec08_it.pdf 15 Nicoli D., Lezione all'Istituto “Mattei”, Fiorenzuola d'Adda (PC), 2011 http://www.istitutomattei.com/app/document- detail.jsp?IdS=1623&tipo_cliccato=0&id_prodotto=595549&css= 16 Gardner H., Sapere per comprendere, Feltrinelli, Milano, 1999, p. 12 17 Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006, riproposta nel Documento tecnico connesso al Regolamento sull’adempimento dell’obbligo di Istruzione - Decreto 22 agosto 2007 e la Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 aprile 2008 del Quadro Europeo delle Qualifiche e dei Titoli 18 V on Foerster H., Sistemi che osservano, Astrolabio, Roma, 1987, pp. 212, 213
Estratto dalla tesi: La didattica orientativa a confronto con le nuove indicazioni nazionali per il curricolo