Skip to content

«Cantore delle piccole cose di tutti i giorni» Storia di Giovanni Mosca

Estratto della Tesi di Irma d’Amaro

Mostra/Nascondi contenuto.
Estratto dalla tesi: «Cantore delle piccole cose di tutti i giorni» Storia di Giovanni Mosca
17 
Barone: E il film? Bertoldo: L’ultimo capolavoro della stagione. Barone: E l’operazione? 
Bertoldo: Riuscita perfettamente, ma il paziente è morto per altre ragioni».  
Il discorso tra il Barone e il villano Bertoldo verte sull’assurdità del linguaggio di 
prammatica in tempo fascista, sulla discrepanza tra espressione e azione. Nel 
secondo numero del «Bertoldo» il Barone sarebbe stato promosso Granduca 
Trombone, ma il tono del suo discorso con il villano non sarebbe cambiato. I 
catechismi ostentatamente falsi di Mosca per chi era giovane allora, tra la guerra in 
Etiopia e la Seconda guerra mondiale, costituiscono uno dei pochi modi di dissentire 
dall’altro linguaggio o almeno di sentire che l’altro linguaggio diffuso da tutte le 
veline governative, insegnato in tutte le scuole del Regno, affermato spesso e 
volentieri dai genitori nella maggioranza delle famiglie italiane, quello, sì, era 
insincero sul serio. L’ipocrisia generale viene insomma incrinata, messa in evidenza 
come menzognera, smascherata dalla falsità stravagante ostentata nei messaggi che 
intercorrono, consapevolmente o non, tra il giovani lettori, Mosca e Metz, che – con 
tutti gli altri del «Bertoldo» – trasmettono l’insofferenza per la retorica di tipo 
pubblicistico e pubblicitario che il regime fascista pretende di imporre all’Italia.                                                                                                             
I due, redattori del «Marc’Aurelio», venivano chiamati a dirigere il «Bertoldo» con 
la benedizione di De Bellis. Rizzoli aveva offerto loro uno stipendio di cinquemila 
lire al mese, la casa, il trasporto dei mobili e il vagone letto. Ma la coppia – dopo 
aver assunto un impegno generico – non si decideva mai a partire. Fu così che 
Rizzoli mandò a Roma un suo emissario, una specie di ‘gorilla’ d’anteguerra «dalle 
proporzioni fisiche gigantesche»
13
: il conte Dell’Anguillara. Mosca e Metz, 
spaventati dall’idea di dover fare i conti con il ‘bruto’ che li attendeva fuori dalla 
redazione del «Marc’Aurelio», in via Regina Elena (oggi via Barberini), cercavano in 
ogni modo di evitarlo, facendo quasi notte e uscendo poi dalla porta di servizio. Ma 
una sera, dopo aver spiato dalla finestra per vedere se il sedicente conte 
Dell’Anguillara fosse andato via, appena messo piede fuori dal portone furono 
afferrati per le spalle dal energumeno. All’indomani, i due amici partirono insieme in 
un vagone letto diretto a Milano, dove avrebbero dato vita al «Bertoldo».                      
Mosca e Metz nel nuovo giornale rinunciano deliberatamente a quanto di romanesco 
                                                           
13
 Adolfo Chiesa, Antologia del Marc’Aurelio 1931-1945, Roma, Napoleone, 1974, p. 22.

Estratto dalla tesi:

«Cantore delle piccole cose di tutti i giorni» Storia di Giovanni Mosca

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Irma d’Amaro
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Informazione ed editoria
  Relatore: Andrea Aveto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 129

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

fascismo
giornalista
scrittore
romanzi
direttore
traduttore
commediografo
giovanni mosca
vignettista
illustratore

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi