Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La formazione come strategia per il successo

Tesi di Master

Autore: Francesco Crescenzo Contatta »

Composta da 164 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 37 click dal 11/07/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Francesco Crescenzo

Mostra/Nascondi contenuto.
Citando il pensiero di Horkheimer, la formazione dell’individuo deriva dalla sua relazione tra il mondo esterno e il suo spirito interiore, senza la quale si avrebbe un irrigidimento del singolo che privilegia solo la coscienza. Richiamando questo pensiero e ricordando Goethe, si desume che nell’educazione dell’uomo coincidono sia il processo di formazione della cultura, sia il processo di esperienza. Hengel osserva, come le modalità di formazione possono essere molteplici e Habermans, riduce il significato di formazione a una contrattazione tra individui, che si scambiano i saperi, ad un circolo linguistico per poter interagire tra loro, ad un’azione di comunicazione tra soggetti che si adattano alla formazione, in cui denaro e potere sono i protagonisti. Quindi, per Habermans, la società del denaro condiziona la performance indirizzando la formazione ad acquisire maggiori competenze durante il sistema educativo. Successivamente, avremo la presa di coscienza con la quale l’individuo scopre il proprio sé, con il quale acquista la consapevolezza del suo progredire. Heidegger formula la teoria dei valori spiegando il suo collegamento con la cultura, con la quale spiega la corrente umanistica della filosofia dell’agire e di conseguenza l’essere del pensiero, che diventa strumento di formazione. Mario Gennari nella sua filosofia sostiene l’esistenza di un legame che definisce l’impegno, Bindung e la formazione ossia la Bildung. Esso introduce: «Il legame che l’uomo costruisce con sé stesso, il nerbo della sua formazione, la spina dorsale del suo essere e del suo esistere». 3 Mario Gennari, 2005, Filosofia della formazione dell’uomo, Studi Bompiani, p.688. 3 68
Estratto dalla tesi: La formazione come strategia per il successo