Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'analisi dell'incertezza mediante lo studio della teoria dell'utilità attesa di Von Neumann e Morgenstern

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Tupone Contatta »

Composta da 44 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 16 click dal 20/07/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Stefano Tupone

Mostra/Nascondi contenuto.
10 1.4 Aspetti psicologici. Quando si effettua una scelta soggetta a rischio ci sono cinque aspetti che in particolar modo devono essere considerati. 1. Il primo aspetto che possiamo far risaltare è che le scelte degli individui, vengono effettuate attraverso un processo di scomposizione. Attraverso questo processo, l’individuo potrà avere una conoscenza più approfondita in modo tale da poter confrontare le diverse alternative e prendere la scelta migliore. Ad ogni alternativa l’individuo assegna un livello di utilità. Possiamo distinguere due differenti orientamenti. A) Nel primo vengono effettuate le scelte sulla base di attributi soglia. Se le alternative non soddisfano tale attributi soglia vengono eliminati dalla scelta. Il modello viene definito congiuntivo, se la possibile scelta soddisfa tutti gli attributi soglia. Viene definito invece disgiuntivo se invece la scelta soddisfa almeno un attributo soglia. B) Il secondo modello è quello lessicografico, il consumatore effettuerà la propria scelta se questa soddisfa l’attributo soglia che per l’individuo risulta più importante. 2. Si è verificato che le strategie decisionali di un individuo variano in base alla complessità del lavoro che svolge e su cui deve effettuare la scelta. Ad avvalorare tale principio, Payne (1976) ha verificato che al crescere del numero e della complessità delle alternative, gli individui sono portati ad utilizzare, come regole di selezione iniziale, il modello cognitivo e lessicografico. Uno studio degno di nota è stato eseguito da Charles Kiesler (1966). Egli ha studiato la strategia decisionale dei bambini, ponendoli di fronte alla scelta tra quattro caramelle. I tempi di decisione sono stati inferiori quando le quattro caramelle erano “ugualmente attraenti”, rispetto al caso in cui due erano “attraenti” e le altre due meno. I risultati evidenziano che la decisione più veloce la si ottiene quando l’individuo è posto di fronte ad una scelta più semplice, rispetto ad una più complessa. Tali risultati sono in contrasto con la teoria dell’utilità attesa che verrà esposta dettagliatamente nel prossimo capitolo.
Estratto dalla tesi: L'analisi dell'incertezza mediante lo studio della teoria dell'utilità attesa di Von Neumann e Morgenstern