Skip to content

“It follows” (David R. Mitchell, 2014) ANALISI DI UN INDIE HORROR

Estratto della Tesi di Veronica Paoli

Mostra/Nascondi contenuto.
8 che la gente non conosce, ma in ciò che la gente conosce, ma in cui non può avere del tutto fiducia. Praticamente tutti i film horror di successo degli anni Ottanta ebbero un seguito anche se gli incassi al botteghino per i sanguinosi horror moderni iniziarono a calare proporzionalmente all’aumento del mercato dell'home video, fenomeno che creò non pochi dibattiti: nel Regno Unito la crescita della vendita di videocassette aumentò il rischio che i film dell’orrore potessero finire in mano a bambini, tanto che molti furono classificati come visioni sconsigliate e censurati. L’horror è diventato accessibile a tutti e in questi stessi anni si ha la diffusione di alcuni nuovi sottogeneri, dietro ai quali risiede la volontà di imporsi sul mercato a livello di “film di nicchia”, primo fra tutti lo splatter. Nell’horror anni Novanta il genere si modifica ulteriormente, poiché vi è, da una parte, l’interesse ad un processo di umanizzazione di personaggi negativi anche classici, e dall'altra la generalizzazione del male, intesa come consapevolezza che il mostro sia a tutti gli effetti un uomo: stavolta però non si è più sicuri di chi sia, chiunque è imputabile e di chiunque si può dubitare; è la società malata che crea e che nasconde il mostro. Caratteristica comune all'horror classico è che comunque esso è sempre ben individuabile ed il bene è sempre presente e spesso vince. Negli ultimi anni, invece, hanno preso piede diversi independent movies molto validi, che hanno ottenuto un consenso critico positivo, condividono qualità tematiche e formali che hanno molto più in comune con il cinema d’autore piuttosto che con quello commerciale: messa in scena stilistica, narrazione ambigua, immagini simboliche, allegorie, moralità complessa. Il genere indie horror è caratterizzato dal rifiuto di rendere banali e semplicistici i lavori e le creazioni prodotti. Nel caso dei film dell’orrore, ad esempio, l’utilizzo di forme associate ad un effetto in stile verità può dare un aspetto più realistico a un territorio che rientra di solito in una dimensione di fantasia. 13 Sorprendere il pubblico di appassionati al genere risulta sempre più difficile; è necessario reinventarsi e ricercare nuovi espedienti e nuove metodologie di messa in scena per la buona riuscita di un film. Senza dubbio il bersaglio viene centrato da Daniel Myrick e Eduardo Sanchez, autori dell’enorme successo The Blair Witch Project (1999). Costato poco più di 60. 000. dollari, il film è arrivato ad incassare 248.639.099 13 Walter Catalano, Roberto Chiavini, Gian Filippo Pizzo, Michele Tetro, Guida al cinema horror – il New Horror dagli anni Settanta ad oggi, Odoya srl, Bologna 2015, pp. 249-250.
Estratto dalla tesi: “It follows” (David R. Mitchell, 2014) ANALISI DI UN INDIE HORROR

Estratto dalla tesi:

“It follows” (David R. Mitchell, 2014) ANALISI DI UN INDIE HORROR

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Veronica Paoli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2015-17
  Università: Università degli Studi di Udine
  Facoltà: Lettere
  Corso: Dams - Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo
  Relatore: Simone Venturini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 80

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi
critica
horror
gender studies
cinema indipendente americano
revenge
it follows

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi