Skip to content

Gli Stati Uniti in una nuova dimensione strategica: il ''cyber-space''

Estratto della Tesi di Francesco Tommasini

Mostra/Nascondi contenuto.
FRANCESCO TOMMASINI ELABORATO FINALE Gli Stati Uniti in una nuova dimensione strategica: il “cyberspace” Pagina 10 informatiche e dalle IT ( Information Technologies) e come abbiano affidato a queste tecnologie un ruolo preponderante per gestire le proprie infrastrutture per traghettarli verso un futuro prospero: infrastrutture economiche ( mercati finanziari, banche, impianti di produzione), energetiche(centrali elettriche, nucleari etc.),dei trasporti (ferrovie e aereoporti sopratutto), delle comunicazioni (internet,telefoni cellulari, televisioni), e militari (sistemi di difesa aerea, puntamento dei missili etc.) sono ormai per la maggior parte “computerizzate” e collegate a networks informatici. Un guasto alla rete informatica o cyber-attacchi portati a queste infrastrutture causati da una nazione avversaria o da gruppi terroristici avrebbero ingenti ripercussioni sul mondo reale, e potrebbero causare anche vittime umane 34 . Si tratta certamente di uno scenario irrealistico, ma possibile. Molte di queste infrastrutture, sopratuttuto le reti energetiche, utilizzano software specifici denominati SCADA ( Supervisory Control and Data Acquisition) attraverso cui gestiscono il funzionamento delle apparecchiature e impartiscono loro i comandi. Questi comandi vengono assegnati, solitamente, tramite reti informatiche interne alle compagnie o segnali radio e wireless; queste linee interne, sebbene ben protette, sono in molti casi collegate alla rete pubblica di internet 35 . Attacchi informatici altamente sofisticati potrebbero penetrare queste reti e assumere il controllo dei software SCADA. Nel caso delle reti separate dalle reti pubbliche o da altri networks è possibile compromettere il software introducendo il malware 36 all‟interno della rete, ad esempio, con una chiavetta Usb o infettando il personal computer di un tecnico che ne ha accesso.Un altro problema relativo alla difesa di infrastrutture o apparecchiature tecnologiche ( come il sistema di puntamento di un missile o i controlli di un Jet dell‟aeronautica) è la compromissione di software, hardware e macchinari prodotti in altri paesi e importati, i quali potrebbero contenere le cosidette logic bombs, ovvero programmi o codici nascosti che attivati a distanza potrebbero inficiarne il funzionamento 37 . Aldilà di queste osservazioni tecniche, diversi test, come quelli denominati “Aurora”, effettuati negli Idaho National Labs negli Stati Uniti, dove un comando trasmesso a distanza ha causato l‟auto-distruzione di un importante generatore elettrico 38 , o i recenti sviluppi riguardo alla vicenda del virus “Stuxnet”, che nel 2010 in Iran ha danneggiato e rallentato alcune turbine per l‟ arricchimento dell‟uranio di alcune centrali nucleari 39 , dimostrano come realmente e praticamente sia possibile infliggere danni fisici utilizzando cyber-armi. L‟ eventualità di usare questo tipo di armi nel futuro del computer warfare per arrecare danni fisici al nemico aprirebbe nuovi plausibili scenari strategici e politici, sebbene non ci siano ancora abbastanza riscontri e certezze per comprenderne appieno la portata.Per questi motivi è probabile che gli eserciti maggiori potenze mondiali stiano sviluppando e implementando capacità di cyber-attacco e dottrine strategiche funzionali ad esse, ancora non dichiarate. L‟utilizzo di queste armi offensive per arreccare danni nel mondo reale, è molto difficile che si rivelerà decisivo per le sorti dei conflitti futuri, ma ,probabilemente, avrà implicazioni sia tattiche che strategiche importanti 40 . Inanzitutto, attacchi del genere hanno una portata illimitata ed è possibile colpire obiettivi sul territorio stesso del nemico da, praticamente, ovunque; la preparazione di un attacco sofisticato potrebbe volere molto tempo, ma la velocità con cui viene portato l‟attacco può essere infinitesimale rispetto alla distanza da dove è stato lanciato;i costi, sia in termini di denaro che di vite umane, del cyber-attacco sarebbero più limitati rispetto all‟utilizzo di attacchi convenzionali; inoltre, questa tipologia di armi avrebbe il vantaggio della sorpresa e di essere difficile da 34 (Tymothy Shimeall 2001) 35 (A.Clarke 2010) 36 “Malicious software” o programma “malevolo” 37 (A.Clarke 2010) (Carr 2009) 38 (Lewis 2010) 39 (Farwell e Rohozinski Feb. 2011) 40 (Lewis 2010)
Estratto dalla tesi: Gli Stati Uniti in una nuova dimensione strategica: il ''cyber-space''

Estratto dalla tesi:

Gli Stati Uniti in una nuova dimensione strategica: il ''cyber-space''

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Tommasini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Internazionali e Istituzioni Europee
  Relatore: Corrado Stefanachi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 38

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

stati uniti
strategia
cina
cyberspace
cybersecurity
cyberwar
information warfare
fake news
guerra informatica
cyber-attacco

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi