Skip to content

Il filologo sognatore: mitopoiesi, fonti letterarie inattese e ricezione dell'opera di J.R.R Tolkien

Estratto della Tesi di Riccardo Desideri

Mostra/Nascondi contenuto.
8 sentieri di campagna, finendo per provare un amore “quasi idolatrico” 13 , reverenziale, per la natura e per un’idea di ruralità che John Ronald visse profondamente per tutta la sua vita. Nello stesso periodo crebbero in lui sentimenti di profondo rispetto per la patria, la regina, la mitologia classica e la religione. La cittadina era un posto non ancora raggiunto dalla modernità, dalle fabbriche, dalle automobili, dagli scontri sociali: era un luogo ideale in cui crescere. Questo amore per la natura restò un aspetto che dominò tutta la vita di Tolkien. Sarehole diventerà in seguito l’amata “Contea” 14 di Tolkien e gli abitanti i suoi “hobbit” 15 . Più tardi, negli anni di Oxford, le passeggiate del professore divennero un importante momento di aggregazione, di discussione e di confronto tra gli Inklings 16 . Nel 1904 la madre morì. Da quel momento i due fratelli vennero affidati alla tutela di padre Francis, personaggio di riferimento per la famiglia che esercitò una forte influenza nell’adesione della famiglia al cattolicesimo. Egli provava grande simpatia per i fratelli Tolkien, ed ebbe un ruolo determinante nella loro educazione rivestendo quasi quel ruolo di figura paterna sconosciuto ai due fratelli 17 . Gli anni di studio e formazione, prima al King Edward poi all’Exter College, furono caratterizzati da una crescente passione per i linguaggi antichi. Iniziò con greco e latino per poi passare all’anglosassone e, esclusivamente per passione, al gotico 18 e al finlandese 19 . Un’attrazione particolare, fin da piccolo, esercitò su di lui il gallese 20 . Di pari passo con l’amore per le lingue 13 D. Grotta, Vita di J.R.R. Tolkien, Rusconi, Milano, 1983, p. 24. 14 Cfr. infra p. 34 e p. 56. 15 Sul termine hobbit cfr. infra pp. 16–17. 16 Sugli Inklings cfr. infra pp. 22–25. 17 Padre Francis Xavier Morgan (1857-1935) fu un prete cattolico presso l’oratorio di Birminghan. Impose al giovane Tolkien una rigida disciplina di studi tanto che gli vietò di vedere Edith, la sua fidanzata, fino ai 21 anni, per il timore che lo distogliesse dallo studio. Tolkien tenne fede alla promessa fatta al suo tutore non vedendo Edith fino al giorno del suo ventunesimo compleanno. 18 «Attraverso il gotico ho scoperto non solo la moderna filologia storica, che mi piaceva per il suo aspetto storico e scientifico, ma per la prima volta ho studiato un linguaggio semplicemente per passione: voglio dire per l’intenso piacere estetico derivato da un linguaggio che di per sé non solo non era utile ma non era nemmeno “veicolo di una letteratura”». J.R.R. Tolkien, La realtà in trasparenza. Lettere, a cura di H. Carpenter, e C. Tolkien (titolo originale: The Letters of J.R.R. Tolkien, HarperCollins, London, 1995, trad. it. a cura di C. De Grandis), Bompiani, Milano, 2001, lettera 163, pp. 239–246, spec. p. 244. 19 Ibidem: «La cosa più importante dopo il gotico, forse, fu la scoperta nella biblioteca dell’Exter College, dove avrei dovuto studiare per l’esame di laurea, di una grammatica finlandese. Fu come scoprire una cantina ben rifornita, piena di bottiglie di un vino meraviglioso, di qualità e sapore mai assaggiati prima. (…) “il mio linguaggio” – o la serie di linguaggi inventati – diventò profondamente finnicizzato nei modelli fonetici e nella struttura». 20 Nel suo saggio Inglese e gallese, Tolkien ricorda il giorno in cui per la prima volta vide su una lapide le parole Adeiladwyd 1887 (“costruito nel 1887”) e si innamorò di quella strana lingua. «Ma c’era sempre stato un altro richiamo incessante - destinato infine alla vittoria, benché a lungo rimandato per semplice mancanza di opportunità. Lo udivo provenire da Occidente, mi colpiva nei nomi scritti sui camion del carbone; e, avvicinandosi, balenava sui cartelli delle stazioni, un lampo fatto di sillabe strane e di un’impressione di lingua antica ma ancora viva». J.R.R. Tolkien, Il medioevo e il fantastico cit., p. 279.
Estratto dalla tesi: Il filologo sognatore: mitopoiesi, fonti letterarie inattese e ricezione dell'opera di J.R.R Tolkien

Estratto dalla tesi:

Il filologo sognatore: mitopoiesi, fonti letterarie inattese e ricezione dell'opera di J.R.R Tolkien

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Riccardo Desideri
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi dell'Aquila
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Lucilla Spetia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 76

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

fascista
linguaggio
filologia
mitopoiesi
tolkien
hippie
il silmarillion
fonti letterarie
il signore degli anelli
lo hobbit

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi