Skip to content

StartupTelling. La comunicazione digitale delle startup italiane.

Estratto della Tesi di Leonardo Ungaro

Mostra/Nascondi contenuto.
6 startup, ritenuto da Romano vero e proprio strumento ideologico e simbolo del nuovo ordine ristabilito in seguito alla doppia saturazione. Il soggetto, seguendo il mito dell’individuo-imprenditore, è adesso chiamato a costruire da solo la sua autonomia, a perseguire i propri obiettivi, a procurarsi le risorse necessarie alla sopravvivenza. È interessante notare come questo passaggio da una da una “economia controllata” ad una “economia imprenditoriale” (Thurik, 2008) abbia fatto il suo debutto non a caso proprio negli anni Ottanta in California nell’attuale Silicon Valley (Casoni, 2013), distretto di innovazione per eccellenza e patria delle startup. Qui un’alleanza fra scrittori, hacker, capitalisti e artisti della West Coast si è fatta portavoce della cosiddetta ideologia californiana (Barbrook & Cameron, 2007), pienamente rappresentativa di tutte le nuove tendenze emergenti poiché nata dall’incrocio fra la carica ribelle e antiautoritaria di destrutturazione propria della contestazione degli anni Sessanta, unita all’individualismo radicale degli anni Ottanta. Ferrara (2017) sostiene che l’intero processo qui descritto avrebbe portato in definitiva ad una rigenerazione della figura dell’imprenditore capitalista, il nuovo startupper che, contrariamente all’imprenditore schumpeteriano, vive una mobilitazione passionale e sentimentale. Egli, lungi dall’essere un freddo calcolatore, imprime la propria personalità nelle imprese da lui stesso fondate e vissute con forte coinvolgimento. Alla luce di quanto accaduto non stupisce dunque la centralità che un elemento come la passione riveste nell’immaginario e nelle narrazioni oggi presenti sulle startup. Essa è universalmente riconosciuta e raccontata come motivazione principale che può e deve guidare uno startupper lungo il suo cammino, l’unica che gli consente di fronteggiare tutte le difficoltà, i cambi di rotta e i fallimenti. Andrea Dusi (2018) ritiene ad esempio che in una startup siano la passione e l’amore per quello che si fa a fungere da propulsore in grado di attivare il cosiddetto extra mile, quello sforzo ulteriore e decisivo che può segnare la svolta anche quando tutto sembra perduto. Quel desiderio di imparare, quella fame di riscatto, quell’ambizione di lasciare un segno di sé che sopravviva al presente. Al contrario, se lo startupper persegue solo obiettivi economici, magari sognando di arricchirsi in fretta, è altamente probabile che ciò non avvenga. Steve Blank e Bob Dorf (2012), proseguendo sulla stessa scia, affermano che una startup senza la guida di persone appassionate è destinata al fallimento. I due autori ritengono che “Startup people are different. They think different”, in un richiamo evidente allo slogan di grande successo ideato per Apple da Steve Jobs, considerato genio visionario e figura ispirazionale per eccellenza, portavoce di un modo di vivere e fare impresa in cui l’investimento emotivo risulta fondamentale (Dusi, 2018). Le persone a capo di quasi tutte le startup di successo come Steve Jobs sono persone appassionate, rare, diverse, predisposte per il caos, l’incertezza e la velocità. Il lavoro che svolgono coincide con la loro vita, in un connubio che sembra rispondere ad una forte etica weberiana del lavoro, intesa come professione e come missione (Himanen, 2001). La campagna The Crazy Ones, ideata dallo stesso Steve Jobs sempre per Apple con l’agenzia pubblicitaria TBWA, incarna alla perfezione la svolta politica e la nuova missione che l’imprenditore e tutti gli individui sono chiamati a compiere a seguito della rigenerazione del capitalismo:
Estratto dalla tesi: StartupTelling. La comunicazione digitale delle startup italiane.

Estratto dalla tesi:

StartupTelling. La comunicazione digitale delle startup italiane.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Leonardo Ungaro
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Sabino Di Chio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 79

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi