Skip to content

Disney-Pixar e Dreamworks : modelli culturali a confronto

Estratto della Tesi di Erika Sette

Estratto dalla tesi: Disney-Pixar e Dreamworks : modelli culturali a confronto
11   
 
sguardo attento sempre all’Europa, si è potuto rilevare come anche la produzione 
inglese nel primo ventennio del secolo, abbia fatto un grande utilizzo del cinema 
d’animazione, soprattutto come mezzo di propaganda: ci troviamo infatti negli anni 
della guerra. La Francia risponde con le opere di Emili Cohl e noi Italiani con Carlo 
Alberto Zamborelli realizziamo per la Tiziano Film di Torino Baby e la…Lucrezia 
Borgia
20
 e quattro episodi delle Strabilianti avventure del barone di Munchhausen
21
. In 
Germania contestualmente, inizierà la sua attività d’animazione Julius  Pinschewer che 
con il suo Die Suppe
22
 (La Zuppa) ha utilizzato la tecnica più volte citata, per realizzare 
effetti di trucco
23
. 
Da questa breve analisi del primo ventennio europeo si evince che, nonostante i buoni 
propositi ed i tentativi coraggiosi di questi e pochi altri artisti, non si giungerà ad un 
vero patrimonio filmico nell’ambito dell’animazione ma a ben vedere si sottolinea come 
però si sia scorto un interesse produttivo ed estetico per questo mezzo. Ben diverso 
invece è il discorso che vede protagonisti indiscussi gli Stati Uniti che negli stessi anni 
realizzeranno una propria produzione di cartoni animati, la quale si affermerà 
successivamente in tutto il mondo. Parecchie case di produzione statunitensi, con 
l’apporto di tecnici specializzati, creeranno settori attrezzati, realizzeranno produzioni in 
serie che a poco a poco con un certo spessore contenutistico e formale raggiungeranno il 
monopolio Europeo. Ben presto il cinema d’animazione Statunitense, consapevole della 
grande schiera di lettori che il fumetto portava dietro di sé, farà propri i temi ed i 
personaggi di quest’ultimo, inserendoli nel nuovo mezzo mediatico. Troveremo quindi 
nel disegno animato, una componente grafica presa in prestito dal fumetto ad esempio 
in Emili Cohl, che animerà le strisce di Gerge McManus. Nei testi analizzati, si sono 
potuti leggere inoltre,  nomi come Paul Terry, i fratelli Fleischer, Walter Lanz ed in 
ultimo ma non per minor importanza, Walt Disney, tutti artisti che contribuiranno a 
costruire le strutture portanti di una produzione ingente di disegni animati che si 
estenderà in tutto il mondo.
24
 L ’Europa intanto non rimarrà a guardare, per il ventennio 
che andrà dal 1920 al 1940. Infatti, si renderà protagonista di nuove sperimentazioni 
tecniche ed espressive attraverso l’utilizzo del cinema d’animazione.  
                                                             
20
 “Baby e la… Lucrezia Borgia”, Italia, 1920 
21
 “Strabilianti avventure del Barone di Munchausen”, Italia, 1920 
22
 “Die Suppe”, Germania, 1911 
23
 G. Rondolino, Storia del cinema d’animazione, Torino, Utet, 2003 p. 68-69 
24
 Ivi, p.74-77 p. 110

Estratto dalla tesi:

Disney-Pixar e Dreamworks : modelli culturali a confronto

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Erika Sette
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2015-16
  Università: Università Telematica "E-Campus"
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Antonio Santangelo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 95

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sociosemiotica
film d'animazione
modelli culturali
dreamworks
disney-pixar

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi