Skip to content

Cominus et eminus: la tipografia alla Campana. Annali di Vittorio Baldini (1575-1618) e dei suoi eredi (1618-1621)

Estratto della Tesi di Valentina Sonzini

Estratto dalla tesi: Cominus et eminus: la tipografia alla Campana. Annali di Vittorio Baldini (1575-1618) e dei suoi eredi (1618-1621)
Valentina Sonzini 
Cominus et eminus: la tipografia alla Campana. Annali di Vittorio Baldini (1575-1618)  
9 
2 
LA DINASTIA BALDINI 
 
 
 
 
 
2.1 TRACCE BIOGRAFICHE: VITTORIO BALDINI (METÀ 1500-FEBBRAIO 1618) 
 
 
 
L’attività di Baldini è stata, prevalentemente, attività ferrarese. La sua bottega di stampatore, 
la sua abitazione e la sua libreria, erano ubicate a Ferrara, e Ferrara è la città per la quale, in 
accordo con il potere costituito, Vittorio Baldini stampa. 
La sua provenienza è incerta, come, paradossalmente, incerta è la fine che fecero i suoi beni 
dopo la scomparsa della seconda moglie Laura Volpara. La vasta produzione anche di 
edizioni di consumo spicciolo, che riempiono per più di quarant’anni il campo tipografico 
ferrarese, è invero destinato a perdersi nell’oblio di un 1622, anno ultimo nel quale si hanno 
informazioni relative alla famiglia Baldini. 
Diventa pressoché impossibile ricostruire i natali dello stampatore. Quasi sicuramente non 
nasce a Ferrara
1
, ma vi si trasferisce (forse a seguito del vescovo Paolo Leoni) negli anni 
Sessanta del Cinquecento
2
 svolgendo dapprima mansioni di apprendista presso la tipografia 
di Francesco Rossi
3
. 
                                                
1
 Nel 1616 in una lettera (ASMo, Archivi per materie, Stampa e stampatori, busta 36/a) asserisce di avere 70 
anni. Era quindi nato nel 1546. 
2
 Egli sostiene, nella dedica a Bradamante d’Este del terzo volume delle Rime, et prose del S. Torquato Tasso 
(edizione 1583), da lui sottoscritta, di non essere oriundo di Ferrara: “doppo che venni ad habitare nella Città 
di Ferrara” e lascia intendere di aver acquisito la cittadinanza in un secondo momento. Nei registri delle Serie 
patrimoniali del Comune di Ferrara non vi è però testimonianza di una concessione di cittadinanza a suo 
nome (a tal proposito sono state controllate tutte le annate, dal 1535 al 1618, delle Serie patrimoniali). La 
cittadinanza per privilegio veniva accordata, come ricorda Cittadella se si era “abitante per dieci o più anni” 
(LUIGI NAPOLEONE CITTADDELLA, Notizie amministrative, storiche, artistiche relative a Ferrara ricavate da documenti 
ed illustrate, 1. e 2., Ferrara, Taddei, 1868, v. 2, p. 296), e veniva quindi concessa per incolato.  
3
 Cioni, nel suo contributo relativo a Vittorio Baldini sul DBI (si veda ALFREDO CIONI, Baldini Vittorio, in 
Dizionario biografico degli italiani, vol. 5, Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana, 1963, p. 488), sostiene che lo 
stampatore fosse attivo già dal 1566, ma la tesi non può essere avvalorata da alcun riscontro né 
documentario, né di editoriale (“ma è certo che nel 1566 aveva già una ben fornita tipografia nella città 
ducale, come è provato dal grazioso libretto contenente la narrazione delle feste, giostre e tornei tenuti nella 
città estense in occasione delle nozze di Alfonso II con Barbara d’Austria: la compilazione anonima, dal

Estratto dalla tesi:

Cominus et eminus: la tipografia alla Campana. Annali di Vittorio Baldini (1575-1618) e dei suoi eredi (1618-1621)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Valentina Sonzini
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Scienze Bibliografiche, Archivistiche, Documentarie e per la Conservazione e il Restauro dei Beni Librari e Archivistici
Anno: 2009
Docente/Relatore: Marco Santoro
Correlatore: Angela MariaNuovoUgoRozzo
Istituito da: Università degli Studi di Udine
Dipartimento: Lettere e filosofia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 796

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

seicento
ferrara
libro antico
cinquecento
bibliografia
storia del libro
vittorio baldini
annali bibliografici
scienze bibliografiche
ducato estense

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi