Skip to content

Esame di Internet per l'impero di carta. Le strategie dei giornali per evitare il naufragio

Estratto della Tesi di Ermes Dovico

Estratto dalla tesi: Esame di Internet per l'impero di carta. Le strategie dei giornali per evitare il naufragio
25
contrapposizione è venuta meno nella sostanza, c’è chi ha tentato di perpetuarla 
nella forma. È stata la stessa testata diretta da Kelner che, una volta lanciata 
l’edizione ridotta, l’ha ribattezzata con il termine “compact”
16
, proprio per evitare di 
vedersi appiccicata un’etichetta, quella appunto del tabloid, tipicamente associata 
alle pubblicazioni sensazionalistiche. Un’associazione di significato che, tra l’altro, 
non si riscontra negli altri Paesi europei dove, già prima della sfida 
dell’Independent, esistevano ottimi giornali stampati fin dalla nascita come tabloid: 
lo spagnolo El País e il francese Libération ne sono una dimostrazione.
Nel commentare la possibilità che perfino il New York Times, un giorno, si trasformi 
in compact, il designer svedese Pelle Anderson ha detto chiaramente che 
“l’espressione ‘tabloid journalism’ ha ampiamente perso la sua connotazione 
negativa nel resto del mondo”. Un’opinione condivisa anche dal suo collega Mario 
Garcia, che ha curato la veste grafica dell’edizione europea del Wall Street Journal: 
“Non sarei sorpreso se la maggioranza dei giornali diventasse tabloid. Anzi, non 
escludo che entro l’arco della mia vita vengano stampati in A4”. 
Oltre a essere uno dei designer più bravi al mondo, Garcia fa parte dell’americano 
Poynter Institute, un centro di ricerca sul giornalismo. Nel marzo 2006, insieme al 
vicepresidente dell’istituto, Roy Peter Clark, ha presieduto la “World tabloid 
conference”, che si è tenuta a St. Petersburg in Florida. Secondo Clark, che 
definisce enfaticamente il passaggio al tabloid come il “Grande Cambiamento”, 
l’universo editoriale statunitense farebbe bene a prendere in seria considerazione la 
nuova realtà: “Se fossi il direttore o l’editore di un giornale-lenzuolo in qualsiasi 
16
 La voce “compact” riferita al formato del giornale, in realtà, fu usata per la prima volta negli anni ’70 dal 
Daily Mail (originariamente stampato in broadsheet), che adesso, tuttavia, si definisce un tabloid.

Estratto dalla tesi:

Esame di Internet per l'impero di carta. Le strategie dei giornali per evitare il naufragio

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Ermes Dovico
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Franco Nicastro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 175

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alan rusbridger
arthur ochs sulzberger
blog
carta stampata
citizen journalism
dischi di musica classica
e polis
editori
editoria giornalistica
free press
gavin o'reilly
giornali online
internet
metro international
michael kinsley
new media
new york times
prodotti collaterali
quotidiani a pagamento
raccolta pubblicitaria
rupert murdoch
stampa
vittorio sabadin
wall street journal

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi