Skip to content

I fondi sovrani nella geografia della globalizzazione

Estratto della Tesi di Davide Buzzoni

Estratto dalla tesi: I fondi sovrani nella geografia della globalizzazione
I fondi servono differenti scopi, che includono la stabilizzazione delle entrate fiscali, il risparmio 
intergenerazionale e la sterilizzazione monetaria della bilancia dei pagamenti. Data l'attuale crescita 
estesa dei prezzi delle materie prime, molti fondi inizialmente stabiliti per scopi di stabilizzazione 
fiscale o di sterilizzazione della bilancia dei pagamenti si sono evoluti in fondi di risparmio 
intergenerazionale, per ottenere ricavi sul lungo periodo mantenendo una bassa esposizione al 
rischio. Il loro ricavo netto dipende dalla differenza tra il guadagno ottenuto dagli investimenti e 
quello scontato sul debito interno. 
Nel paragrafo successivo si passerà a considerare i requisiti necessari per poter considerare un 
fondo “sovrano”. Successivamente si analizzeranno le diverse tipologie di fondi sovrani, con 
particolare distinzione tra fondi d’investimento sovrano e fondi sovrani pensionistici.
1.2 – Tipologie dei fondi sovrani
Vi sono alcuni requisiti fondamentali che deve avere un fondo per essere considerato sovrano.
Essi  sono identificabili nella sovranità, ovvero nell’appartenere al settore pubblico, direttamente 
gestito dal governo tramite il Ministero delle Finanze o altri organi preposti e nell’alta esposizione 
alla valuta estera (la maggior parte viene denominata al 100% in valuta estera, anche se ci sono 
posizioni che non considerano necessaria la totalità
22
). Inoltre non debbono avere delle esplicite 
passività collegate ad essi, essendo costituiti tramite “eccessi” di riserve. Infine devono presentare 
un’alta tolleranza al rischio, nonché un orizzonte temporale a lungo termine, in modo da ottenere 
rendimenti potenziali più elevati rispetto agli altri veicoli d’investimento
23
. 
Il criterio per identificare le nazioni possibili candidate alla formazione di futuri fondi 
d’investimento sovrani è fornito da una semplice regola, che mette in evidenzia quali stati 
potenzialmente detengono eccessi di riserve. La precondizione, scontata, è che non debbano 
presentare alcun fondo d’investimento sovrano al tempo presente dell’indagine. Il parametro da 
osservare, invece, è costituito dalle riserve in eccesso, detenute in misura maggiore di 10 miliardi di 
dollari, secondo la regola di Greenspan-Guidotti;
24
 la formula si basa sulla definizione di un livello 
di riserve tale che soddisfi il livello del debito di valuta estera di breve periodo della nazione. Le 
riserve in eccesso sono calcolate come riserve in eccesso di tale livello.
Per quanto riguarda le varie tipologie di investimento da parte del governo di uno stato sovrano, si 
distinguono quattro tipi: a) riserve nazionali; b) fondi pubblici pensionistici; c) fondi d’investimento 
22
 Jen, 2007; Quadrio Curzio, Miceli, 2008
23
 Jen, 2007
24
 Prende il nome dall’ex direttore della Federal Reserve, Alan Greenspan, e dall’ex Ministro delle Finanze argentino, 
Pablo Guidotti
 11

Estratto dalla tesi:

I fondi sovrani nella geografia della globalizzazione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Davide Buzzoni
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Igor Jelen
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 60

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

abu dhabi
accountability
cina
democracy index
economia internazionale
finanza internazionale
fondi hedge
fondi pensione
fondi sovrani
fondo sovrano europeo
geografia economica
investimenti
mercato globale
oil commodity
policies
private equity
regolamentazione
riserve nazionali
santiago principles
singapore
sovereign wealth fund
surplus bilancia commerciale
swf
trasparency index

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi