Skip to content

Il Sistema delle Giurisdizioni Plurali negli Ordinamenti Giuridici Contemporanei: Analisi del Caso Siriano

Estratto della Tesi di Eleonora Mura

Estratto dalla tesi: Il Sistema delle Giurisdizioni Plurali negli Ordinamenti Giuridici Contemporanei: Analisi del Caso Siriano
ed ebraica
16
. Il sultano proclamò il patriarca della chiesa ortodossa, Gennadios 
Scoloarios, il rabbino, Mosè Capsali e il vescovo della chiesa armena, quali 
titolari dell’amministrazione delle rispettive comunità religiose. 
Conseguentemente a questa riforma, gli appartenenti alle confessioni religiose non 
islamiche o raya, come venivano definiti, erano considerati dall’amministrazione 
ottomana come membri di una comunità autonoma, interna all’impero, e come 
titolari quindi di diritti collettivi.
La condizione dei non musulmani dell’Impero rimase affidata per lunghi secoli 
alle disposizioni redatte da Mehmed II al riguardo, tanto da indurre a pensare ad 
una generale indifferenza, in termini tolleranti, dell’amministrazione ottomana 
verso i sudditi non musulmani
17
. La maggior parte delle riforme che l'Impero 
Ottomano pose in essere riguardo alla situazione giuridica dei sudditi non 
musulmani risale infatti al XIX secolo, ossia alla seconda epoca normativa che 
interessa l’Impero. Per capire il quadro giuridico nel quale queste riforme 
vengono ad inserirsi è necessario descrivere a grandi linee il sistema giuridico 
dell'Impero
18
.
E’ possibile dividere il corpus giuridico ottomano del XIX secolo in tre grandi 
materie: la legislazione di matrice confessionale, la legislazione civile a cui si 
uniscono gli usi e i costumi in vigore tra le genti ottomane e infine il corpus di 
norme sulle capitolazioni imposto dalle potenze europee
19
.
La prima categoria legislativa include le norme applicabili ai fedeli musulmani in 
materia di Statuto Personale (matrimonio, scioglimento del matrimonio, norme 
successorie, condizione giuridica dello schiavo...) e le norme a carattere 
confessionale in vigore presso i soggetti non musulmani.  Al proposito, va 
precisato che non era la totalità degli istituti di Statuto Personale a ricadere sotto 
la giurisdizione delle comunità autonome non mussulmane, bensì solo una parte di 
essi. Per gli istituti che non ricadevano sotto la giurisdizione delle comunità 
autonome i soggetti raya dovevano ricorrere alla giurisdizione civile. Per quanto 
16
 Il Millet ebraico, benché stabilito subito dopo la conquista di Costantinopoli fu ufficialmente 
riconosciuto solo nel 1839.
17
 B.BRAUDE, The Strange History of the Millet System, The Great Ottoman-Turkish civilization, 
Ankara Yeni Turkiye, 2000, p.409 ss.
18
 YOUNG, Corps de droit Ottoman. Recueil des Codes, Lois, Règlements, Ordonnances et Actes 
le plus importants du droit intérieur, et études sue le droit coutumier de l'Empire Ottoman, Oxford 
1925
19
 EDOARDO VITTA, The Conflict of Laws in matters of Personal Status in Palestine, op. cit. 
supra  nota 2, p.4.
12

Estratto dalla tesi:

Il Sistema delle Giurisdizioni Plurali negli Ordinamenti Giuridici Contemporanei: Analisi del Caso Siriano

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Eleonora Mura
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Alessandro Simoni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 112

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

siria
multiculturalismo
diritto islamico
millet
sistemi giuridici comparati
diritto di famiglia in siria

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi