Skip to content

Interazione strategica tra compagnia aerea ed aeroporto "hub": il caso italiano

Estratto della Tesi di Emanuele Pimpini

Estratto dalla tesi: Interazione strategica tra compagnia aerea ed aeroporto "hub": il caso italiano
44 
indicatori quali contenuti tempi di riconsegna dell’ultimo 
bagaglio di un volo, basse percentuali di voli partiti con ritardi 
superiori ai 15 minuti, che causano evidenti effetti a catena sul 
giro aeromobili programmato, e contenuti tempi medi di attesa 
al banco per le operazioni di check-in . 
In secondo luogo, fondamentali sono la disponibilità e i criteri 
e metodi di allocazione degli slot
9
. 
L’implementazione di un sistema hub&spoke richiede la 
capacità degli attori coinvolti nella filiera di gestire una 
notevole complessità organizzativa ed operativa. Senza tali 
abilità del vettore e del gestore, gli utilizzatori vengono esposti 
                                                 
9
 I criteri per l’assegnazione degli slot, ossia i diritti di decollo e atterraggio, hanno 
subito un’evoluzione temporale. Originariamente i criteri adottati erano quello dei 
grandfather’s right, che prevedeva l’assegnazione degli slot a titolo non oneroso ai 
vettori presenti nell’aerostazione, secondo un  meccanismo che assicurava al vettore di 
bandiera, storicamente la compagnia aerea più presente negli scali continentali, un 
elevato numero di slot disponibili,e quello del first comer-fist served, che attribuiva la 
priorità al vettore che per primo presentava richiesta per l’assegnazione dello slot. 
Il forte potere contrattuale delle compagnie di bandiera, che erano in grado di limitare la 
concorrenza su specifiche rotte, spinse all’emanazione del regolamento CE 95/93 
ancora in vigore. Questa disciplina affronta il tema del regime di assegnazione 
all’interno di scali congestionati (per congestione aeroportuale si intende la situazione in 
cui, date le tariffe per l’accesso all’infrastruttura, la richiesta di slot da parte dei vettori 
supera la capacità disponibile). Il regolamento prevede l’assegnazione dei diritti 
secondo i principi di indipendenza, imparzialità e non discriminazione. All’interno degli 
scali congestionati il nuovo regolamento distingue tra “aeroporti coordinati”e “aeroporti 
pienamente coordinati”. Per i primi la normativa prevede la presenza di un coordinatore 
che si limiti ad intervenire per l’assegnazione degli slot solo quando necessario, 
mentreper i secondi è prevista la presenza stabile e continuativa di un coordinatore , la 
cui autorizzazione è necessaria per l’utilizzo delle singole bande orarie da parte del 
vettore.  Il regolamento ha riconosciuto la validità dei diritti storici, ammettendo la 
possibilità di scambi di slots tra vettori. La disciplina ha introdotto numerosi aspetti 
innovativi: tra questi  l’istituzione di un pool di diritti disponibili in seguito ad aumenti 
di capacità operativa per effetto di investimenti nelle infrastrutture  aeroportuali, un 
meccanismo di revoca di slot inutilizzati da un vettore, se questi non è in grado di 
dimostrare un utilizzo minimo del 80% della serie di dititti disponibili ed alcune misure 
per favori l’accesso agli slot da parte di vettori nuovi entranti. 
Sono in corso numerosi studi e proposte per migliorare il sistema di allocazione degli 
slot, quella più significativa vuole la fissazione di prezzi diversi per gli slot in funzione 
dell’intensità di domanda delle compagnie aeree (criterio del peak-load pricing).

Estratto dalla tesi:

Interazione strategica tra compagnia aerea ed aeroporto "hub": il caso italiano

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Emanuele Pimpini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia & Management
  Relatore: Paolo Celentani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 83

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alimentazione della rete
break-even load factor
code sharing
economicità del trasporto
feedering
hub&spokes
ripartizione traffico aereo tra gli scali milanesi
waves
yield management

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi