Skip to content

L'influenza del colore delle pareti sul comportamento estivo degli edifici

Estratto della Tesi di Riccardo Mignocchi

Estratto dalla tesi: L'influenza del colore delle pareti sul comportamento estivo degli edifici
Capitolo 2. Colore e spazi colore 
. 
Università degli Studi di Brescia, Facoltà di Ingegneria 
L’influenza del colore delle pareti sul comportamento estivo degli edifici 
Relatore: Ing. Alberto Arenghi        Correlatore: Ing. Isaac Scaramella        Tesista: Riccardo Mignocchi 
 
 
10
L’occhio è quindi un sistema molto complesso, ma a causa anche dell’interpretazione 
a volte imprecisa o addirittura errata che il cervello compie dei segnali che riceve, il 
nostro sistema visivo è facilmente ingannabile! 
 
-Unicità del sistema occhi-cervello: 
Com’è noto ogni uomo è diverso dagli altri, quindi non esistono 2 occhi e 2 cervelli 
uguali. Ciò implica che ognuno percepisce i colori in maniera differente, perché è 
diverso il sistema fisico che permette di farlo. 
C’è anche un altro aspetto da considerare (qui solo accennato), cioè che il colore 
percepito dipende anche dall’umore della persona al momento interessato. 
 
 
 
2.2 Lo spazio dei colori e l’osservatore Standard *
 
Per ovviare alla soggettività e per poter identificare i colori in maniera oggettiva sono 
stati creati vari spazi colore. Uno spazio dei colori è la combinazione di un modello 
di colore e di una appropriata funzione di mappatura di questo modello.  
Un modello di colore, infatti, è un modello matematico astratto che descrive un modo 
per rappresentare i colori come combinazioni di numeri, tipicamente come tre o 
quattro valori detti componenti colore. Tuttavia questo modello è una 
rappresentazione astratta, per questo viene perfezionato da specifiche regole adatte 
all'utilizzo che se ne andrà a fare, creando uno spazio dei colori. 
 
Lo spazio dei colori dell'Osservatore standard 
Nel 1931 la Commission Internationale de l'Eclairage (Commissione Internazionale 
per l'Illuminazione) definì uno spazio di colore che comprendeva tutte le tinte visibili 
dall'occhio umano, a prescindere dalla luminanza. Infatti qualunque colore all'interno 
di questo spazio bidimensionale può avere una luminanza che varia dal bianco al nero 
e se si tiene conto anche di questo fattore (la luminanza) lo spazio così definito 
diviene tridimensionale e rappresentato mediante coordinate XYZ. Il modello CIE 
1931 si basa sull'utilizzo di tre colori primari che, opportunamente miscelati tra loro in 
sintesi additiva, permettono di ottenere tutti i colori che l'occhio umano può percepire. 
La commissione CIE ha comunque definito diversi modelli matematici di percezione 
del colore indicati come spazi di colore e rappresentati da sigle come XYZ (è il 
modello CIE 1931), xyY, Lab, Luv. 
A differenza però dei metodi RGB o CMYK (usati rispettivamente in sintesi additiva 
e in sottrattiva), il diagramma di cromaticità proposto dalla CIE non dipendeva dal 
comportamento di questo o quel dispositivo di visualizzazione o stampa in quanto 
basato sul concetto di Osservatore Standard. 
Quest'ultimo è definito a partire dalle proprietà del sistema visivo dell'uomo e si basa 
su analisi sistematiche effettuate su un vasto campione di osservatori umani. E in base 
a numerosi studi effettuati nel primo dopoguerra fu notata l'impossibilità di riuscire a 
* Tratto da Wikipedia -  http://it.wikipedia.org/wiki/Spazio_dei_colori

Estratto dalla tesi:

L'influenza del colore delle pareti sul comportamento estivo degli edifici

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Riccardo Mignocchi
  Tipo: Diploma di Laurea
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Brescia
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Civile
  Relatore: Alberto Arenghi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 59

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

radiazione solare
colore pareti
trasmissione termica
regime estivo
rgb
ncs
assorbanza
lampade osram
uni 10375
camera climatica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi