Skip to content

TUTELA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI UMANI E COVID-19: un'analisi delle misure di contenimento alla luce del Patto internazionale sui diritti civili e politici e della Convenzione europea dei diritti umani

Informazioni tesi

  Autore: Giulia Oliboni
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Elena  Carpanelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 120

La pandemia da COVID-19, ci ha privato del piacere e dell'importanza delle relazioni quotidiane. Quello che stiamo vivendo è una crisi senza precedenti che avrà ripercussioni in ogni ambito della vita umana. Questa tesi si propone di valutare gli impatti delle misure intraprese dagli Stati per contrastare il virus.
Nel presunto tentativo di contenere la diffusione del virus, gli Stati hanno infatti limitato, se non sospeso integralmente, il godimento di tali diritti.
Proprio l'importanza di questi diritti e la loro compressione generalizzata per far fronte alla pandemia mi hanno spinto ad analizzare questo problema da una prospettiva giuridica.
L'argomento di questa tesi è di particolare importanza sotto diversi aspetti. Il primo aspetto innovativo risiede proprio nel fenomeno pandemico stesso. L'epidemia di COVID-19 rappresenta infatti una delle più grandi crisi globali dal secondo dopoguerra e per la prima volta tutti i Paesi del Consiglio d'Europa e la maggior parte degli Stati del mondo sono contemporaneamente coinvolti in un'emergenza sanitaria pubblica di rilevanza internazionale . Mentre, da un lato, c'è la necessità di tutelare la salute e l'ordine pubblico; dall'altro vi sono altri diritti individuali il cui godimento è stato ostacolato dalle misure adottate per contrastare la diffusione del virus. Basti pensare, ad esempio, alla lunga serie di decreti emanati in Italia che hanno imposto divieti alla libertà di movimento, alla libertà di riunione e di associazione, al diritto alla libera iniziativa economica, ai diritti al rispetto della propria vita privata e familiare, la libertà di pensiero, coscienza e religione, la libertà di espressione. Di conseguenza, questa crisi sanitaria globale e il conseguente comportamento degli Stati sollevano una serie di domande impegnative: i diritti umani possono essere limitati o sospesi? Quali sono le condizioni e le procedure previste affinché gli Stati limitino o sospendano la protezione dei diritti umani? Gli Stati le hanno rispettate nel contesto dell'emergenza sanitaria COVID-19? Partendo da queste domande, questo lavoro cercherà di fornire una risposta esaustiva illustrando, prima, il quadro giuridico internazionale esistente e valutando, poi, la compatibilità con esso delle misure intraprese durante la pandemia COVID-19.

Informazioni tesi

  Autore: Giulia Oliboni
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Elena  Carpanelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 120

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
13 CAPITOLO 1. LA TUTELA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI UMANI 1.1. La tutela dei diritti umani a livello universale Fino al XIX secolo, nel diritto interno degli Stati non vi erano norme che tutelassero la persona umana. Il sovrano era lo Stato ed aveva pieni poteri, non essendovi un giudice che potesse sindacare le sue azioni. La negazione di qualsiasi diritto dei sudditi, qualificante lo Stato assoluto, fu successivamente temperata con l’avvento dello Stato liberale, attraverso il riconoscimento dei primi diritti e libertà di tipo civile e politico, per poi giungere all’individuazione di ulteriori diritti economici e sociali tipici dello Stato sociale 2 . È solo nel corso del Novecento che il tema della protezione dei diritti umani ha iniziato a impegnare anche la comunità internazionale, superando in questo modo la pretesa degli Stati di non subire interferenze esterne 3 . L’adozione della Carta dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (d’ora in avanti anche Nazioni Unite od ONU), avvenuta a San Francisco il 26 giugno 1945 4 , ha dato avvio al processo di transizione verso un nuovo ordine internazionale in cui la tutela dei diritti umani rappresenta una condizione necessaria per assicurare la pace e la sicurezza internazionali 5 . Oggi l’osservanza dei diritti umani da parte di ciascuno Stato non rappresenta più una questione di diritto interno ma un interesse generale che riguarda la comunità internazionale nel suo complesso. Prima di approfondire il tema della tutela dei diritti umani a livello universale è tuttavia necessario sottolineare cosa si intende per diritti umani. Secondo una definizione data dalla “Equality and Human Rights Commission” della Gran Bretagna i diritti umani sono: “the basic rights and freedoms that belong to every person in the world, from birth until death. They apply regardless of where you are from, what you believe or how you choose to live your life. They can never be taken away, although they can sometimes be restricted” 6 . Le Nazioni Unite qualificano i diritti umani come 2 T. Scovazzi, Introduzione, in L. Pineschi (a cura di), La tutela internazionale dei diritti umani, Milano, 2006, p. 1. 3 V. Zagrebelsky, R. Chenal, L. Tomasi, Manuale dei diritti fondamentali in Europa, seconda edizione, Bologna, 2019, p. 23. 4 Entrata in vigore con il deposito del ventinovesimo strumento di ratifica il 24 ottobre 1945. 5 Carta delle Nazioni Unite, adottata a San Francisco il 26 giugno 1945, entrata in vigore il 24 ottobre 1945, Preambolo, art. 1 c. 2 e c. 3. 6 Si rimanda alle informazioni contenute alla pagina web dell’Equality and Human Rights Commission. Tale Commissione è un organismo che ha ottenuto il riconoscimento da parte delle

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

diritti umani
virus
patto internazionale sui diritti civili e politici
convenzione europea dei diritti umani
pandemia
restrizioni
covid-19
limitazioni dei diritti umani
articolo 15 cedu
art. 4 patto internazionale sui diritti civili

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi