Skip to content

Indymedia Italia: quando gli hacker fanno politica

Gratis L'indice di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Indice della tesi: Indymedia Italia: quando gli hacker fanno politica, Pagina 1
<br><b>0.1 Che cosa &eacute; Indymedia</b><br/>
0.2 Indymedia in Italia <br/>
0.3 Cosa si propone questa tesi<br/>
0.4 Metodologia d'analisi <br/>
0.5 Articolazione dei contenuti <br/>
<br><b>I. Intorno a Indymedia</b><br/>
<br><b>1. Essere media oggi</b> <br/>
1.1 Verso una arena mediatica globalizzata <br/>
1.2 Media di massa e costruzione della realt&agrave; sociale <br/>
1.3 L'ideologia dell'oggettivit&agrave;<br/>
1.4 I percorsi della notizia <br/>
1.5 Professione reporter (2005)<br/>
1.6 La sfida di Indymedia<br/>
1.7 Non odiare i media, diventa media <br/>
<br><b>2. Alternativi che (si) fanno media</b> <br/>
2.1 Media mainstream e media alternativi <br/>
2.2 Il mediattivismo <br/>
2.3 I media dei movimenti <br/>
2.4 Indymedia e i movimenti <br/>
2.5 Indymedia Italia come soggetto politico<br/>
2.6 Engagement nel secolo XXI <br/>
2.7 Verso la costruzione di una sfera pubblica alternativa<br/>
<br><b>3. Nuove tecnologie, vecchi conflitti</b> <br/>
3.1 L'et&agrave; dell'informazione <br/>
3.2 Tecno-visioni <br/>
3.3 Tecnologia for the masses <br/>
3.4 Il potere della rete<br/>
3.5 La modalit&agrave; ipertestuale <br/>
3.6 Nuovi orizzonti tecnologici <br/>
3.7 Il digital divide <br/>
3.8 Internet per tutti <br/>
3.9 Nodi di un'internet alternativa <br/>
<br><b>4. Elementi per una cronologia</b><br/>
4.1 Anni Novanta: prove tecniche di messa in rete <br/>
4.2 Independent Media Centers: da Seattle a Genova <br/>
4.3 Duemilaeuno. E poi? <br/>
4.4 Per una storia di Indymedia in Italia <br/>
<br><b>II. Dentro Indymedia</b><br/>
<br><b>5. Il sito web IMC</b> <br/>
5.1 L'importanza del web per Indymedia<br/>
5.2 Come &eacute; fatto un sito Indymedia<br/>
5.3 Il sito web di Indymedia Italia <br/>
5.4 L'evoluzione del sito italiano<br/>
5.5 Italy.indymedia.org: la home page <br/>
5.5.1 La testata<br/>
5.5.2 La colonna sinistra<br/>
5.5.3 La colonna centrale <br/>
5.5.4 La colonna destra <br/>
5.5.5 Il pi&egrave; di pagina<br/>
5.6 Italy.indymedia.org: le sezioni interne<br/>
5.6.1 Gli archivi del newswire<br/>
5.6.2 Le categorie <br/>
5.6.3 Gli archivi delle feature <br/>
5.6.4 I dossier <br/>
5.7 L'interfaccia di amministrazione <br/>
5.8 Newsletter, newsblast e altre modalit&agrave; di output <br/>
5.9 Appunti per un'analisi del contenuto <br/>
<br><b>6. Teorie e tecniche per la pubblicazione aperta</b><br/>
6.1 Il software libero e la pubblicazione aperta <br/>
6.2 Il notiziario aperto: pubblica, commenta <br/>
6.2.1 Publish.php <br/>
6.2.2 Add your comment <br/>
6.3 Esperimenti di pubblicazione multimediale aperta<br/>
6.4 Il newswire modello active<br/>
6.5 Implementare una policy editoriale <br/>
6.6 Problemi legati alla pubblicazione aperta<br/>
6.7 La moltiplicazione dei newswires <br/>
6.8 La pubblicazione aperta e Indymedia Italia <br/>
6.9 L'agenda a pubblicazione aperta<br/>
6.10 Italy.indymedia.org/forum <br/>
6.11 Il newswire tripartito <br/>
6.12 Il sistema di rating<br/>
6.13 Possibili evoluzioni: l'open editing <br/>
6.14 Pubblicazione aperta e credibilit&agrave;<br/>
6.15 Diffondere metodi, contaminare progetti <br/>
<br><b>7. Gli strumenti per gestire Indymedia</b> <br/>
7.1 Indymedia e la CMC <br/>
7.2 Una mailing list per gestire un sito web<br/>
7.3 Evoluzione delle mailing list di IMC Italia <br/>
7.4 Italy-list: l'assemblea virtuale, e permanente<br/>
7.5 Italy-editorial, palestra di consenso e scrittura collettiva <br/>
7.6 Le altre liste di Indymedia Italia<br/>
7.7 Comunicare usando l'internet relay chat <br/>
7.8 Wiki: scrittura collaborativa via web<br/>
7.9 Altri strumenti di coordinamento<br/>
7.10 Limiti del toolkit IMC, e proposte<br/>
7.11 Indymedia: una, nessuna, centomila comunit&agrave;<br/>
<br><b>8. Indymedia fuori dalla rete</b><br/>
8.1 L'interazione faccia a faccia<br/>
8.2 Le Assemblee Nazionali di Indymedia Italia<br/>
8.3 Indymedia a Genova - Luglio 2001 <br/>
<x>8.4 RYM <br/>
8.5 Premiata fabbrica di costruzione mediacenters<br/>
8.6 Gli IMC locali<br/>
8.7 Indymedia tra conferenze e convegni<br/>
8.8 In dy video <br/>
8.9 Uscire dalla rete<br/>
<br><b>9. Il network IMC internazionale</b> <br/>
9.1 La crescita del network IMC <br/>
9.2 Le mailing list del network <br/>
9.3 Imc-process: anatomia di un delirio collettivo<br/>
9.4 Come diventare un Independent Media Center<br/>
9.5 I meccanismi di rappresentanza <br/>
9.6 La rete Indymedia in chat <br/>
9.7 Le relazioni tra Indymedia Italia e il network <br/>
9.8 Evoluzione del portale www.indymedia.org <br/>
9.9 La questione linguistica <br/>
9.10 Il progetto docs.indymedia.org <br/>
9.11 Socializzare contenuti, condividere pratiche <br/>
9.12 Viaggi, e miraggi <br/>
9.13 Ridisegnare il network <br/>
<br><b>10. Fare Indymedia: i metodi, le pratiche, i valori</b><br/>
10.1 Il desiderio di fare le cose diversamente <br/>
10.2 Essere aperti, trasparenti, orizzontali <br/>
10.3 Le radici politiche di Indymedia<br/>
10.4 Il rifiuto delle gerarchie<br/>
10.5 Il metodo del consenso <br/>
10.6 La via telematica<br/>
10.7 L'entusiasmo come chiave del successo <br/>
10.8 Facilitazione e (auto)moderazione<br/>
10.9 Modalit&agrave; discorsive e decisionali nelle assemblee<br/>
10.10 Modalit&agrave; discorsive e decisionali nelle mailing lists <br/>
10.10.1 Modi e metodi nelle liste di Indymedia Italia <br/>
10.10.2 Modi e metodi nelle liste del network <br/>
10.10.3 La divisione in gruppi di lavoro <br/>
10.11 Alcuni paradigmi procedurali <br/>
10.11.1 Le proposte<br/>
10.11.2 I tempi di italy-editorial <br/>
10.11.3 Come affrontare le emergenze <br/>
10.11.4 La rotazione<br/>
10.11.5 Le roll calls <br/>
10.11.6 Da fare, lo faccio io, fatto <br/>
10.11.7 Spontaneismo e burocrazia<br/>
10.12 Italy.indymedia.org/process <br/>
10.13 Limiti nell'applicazione dei metodi scelti<br/>
10.13.1 Il volontarismo anarcoide<br/>
10.13.2 Le impasse decisionali<br/>
10.13.3 Gerarchie informali, derive personalistiche <br/>
10.13.4 Inclusivit&agrave;, tra forma e sostanza <br/>
10.13.5 Il sovraccarico informativo <br/>
10.13.6 La sostenibilit&agrave;<br/>
10.13.7 I toni del discorso <br/>
10.13.8 La ricerca di scorciatoie<br/>
10.13.9 I 'malati' di Indymedia <br/>
10.14 La condivisione di un metodo <br/>
<br><b>11. Gli aspetti economici</b> <br/>
11.1 Fare Indymedia non costa nulla<br/>
11.2 I soldi di Genova<br/>
11.2.1 Il mediacenter <br/>
11.2.2 I video sul G8 <br/>
11.3 L'associazione ReMedia<br/>
11.4 Italy-finance<br/>
11.5 Casse locali e cassa nazionale<br/>
11.6 Cost sharing <br/>
11.7 Italy.indymedia.org/finance<br/>
11.8 Indymedia at Genova 2004 <br/>
11.9 Il network internazionale <br/>
11.9.1 Il principio dell'autonomia locale <br/>
11.9.2 Le decisioni su scala globale <br/>
11.10 Imc-finance <br/>
11.11 L'affaire Ford Fundation <br/>
11.12 Il caso Tactical Media Fund <br/>
11.13 Sostenibilit&agrave;<br/>
<br><b>12. Le problematiche legali</b> <br/>
12.1 Continuamente, sotto accusa <br/>
12.2 Questioni legali a livello italiano <br/>
12.2.1 Genova 2001: irruzione al Mediacenter <br/>
12.2.2 Indymedia dopo l'11 Settembre <br/>
12.2.3 Il dominio indymedia.it <br/>
12.2.4 Contenuti opinabili<br/>
12.2.5 Le destre all'attacco <br/>
12.3 Indymedia in parlamento <br/>
12.4 Indymedia under attack - 20 02 2002 <br/>
12.5 Indymedia vs Diebold <br/>
12.6 Questioni legali a livello di network<br/>
12.7 The IMC crackdown <br/>
12.8 Il diritto d'autore <br/>
12.9 Indymedia Italia: le licenze <br/>
12.10 La tutela dei dati personali <br/>
12.11 IMC supporta il Genova Legal Forum<br/>
<br><b>13. Indymedia e l'informatica (libera)</b> <br/>
13.1 Indymedia e il sofware libero <br/>
13.2 Software libero: GNU, Linux, open source <br/>
13.3 Hacktivism <br/>
13.4 Tech.indymedia.org<br/>
13.5 Il lato tech di Indymedia Italia<br/>
13.6 Il codice, ovvero: sf-active <br/>
13.7 Altre piattaforme di sviluppo<br/>
13.7.1 Active <br/>
13.7.2 Mir <br/>
13.7.3 Dada <br/>
13.8 Free software, lato client e server <br/>
13.9 Web servers <br/>
13.10 Statistiche <br/>
13.11 Un olimpo per soli tecnici? <br/>
13.12 Guerre di hackers <br/>
<br><b>III. Su Indymedia</b><br/>
<br><b>14. Indymedia secondo Indymedia</b><br/>
14.1 Mille voci nel coro <br/>
14.2 L'IMC nei suoi documenti ufficiali <br/>
14.3 Indymedia raccontata dalle mailing lists <br/>
14.4 Indymedia per chi scrive sul newswire <br/>
14.5 Indymedia Italia vista dal suo forum <br/>
14.6 IMC: pareri dal grande network<br/>
14.7 Il dialetto di Indymedia Italia <br/>
<br><b>15. Hanno detto, di Indymedia</b> <br/>
15.1 IMC: di tutto, di pi&ugrave;?<br/>
15.2 Media che parlano di (Indy)media <br/>
15.3 Tra premi e veleni <br/>
15.4 Tragi-commedie <br/>
15.5 Gli estremisti dell'informazione<br/>
15.6 Italy-press: ufficio stampa anomalo e geniale <br/>
15.7 Dialogare con i giornalisti <br/>
15.8 7 Ottobre 2004: il sequestro non fa notizia <br/>
15.9 The nazi pope pic ban(g)<br/>
15.10 Auto-rappresentazioni <br/>
15.11 IMC, case study accademico<br/>
<br><b>16. Utopia e prassi: prove tecniche di rivoluzione</b> <br/>
16.1 La sfida di Indymedia <br/>
16.2 Con rabbia, e con amore <br/>
16.3 Il valore dell'informazione indypendente <br/>
16.4 L'ideologia anarco-comunista<br/>
16.5 Intelligenze collettive <br/>
16.6 Una comunit&agrave; di metodo, e reticolare <br/>
16.7 Elite ribelle? <br/>
16.8 Elogio della marginalit&agrave;<br/>
16.9 De limitibus Indymediae <br/>
16.9.1 Dinamiche interpersonali <br/>
16.9.2 La fatica del partecipare <br/>
16.9.3 Incapacit&agrave; di essere gruppo<br/>
16.9.4 Sacralizzazione di testi e pratiche <br/>
16.9.5 Fare solo features <br/>
16.9.6 The Indymedia brand<br/>
16.9.7 Irresponsabilit&agrave;<br/>
16.9.8 L'ideologia dell'oggettivit&agrave;<br/>
16.9.9 Essere saccenti <br/>
16.9.10 Praticare utopie<br/>
16.10 Descrivere Indymedia <br/>
16.10.1 L'ecosistema Indymedia <br/>
16.10.2 La metafora del rizoma <br/>
16.10.3 L'IMC &eacute; frattale <br/>
16.10.4 Indymedia come una medusa <br/>
16.10.5 Il modello a layer multipli <br/>
16.10.6 IMC, potenza trasparente<br/>
16.10.7 La metafora dell'acqua <br/>
16.10.8 Altre suggestioni <br/>
16.11 Indy, che fare? <br/>
16.12 Reality hacking <br/>
<br><b>Note finali</b> <br/>
<br><b>Glossario</b> <br/>
<br/><b>Bibliografia</b>
<br/>

Indice dalla tesi:

Indymedia Italia: quando gli hacker fanno politica

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Carlo Beschi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Roberto Grandi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 499

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

attivismo
attivismo internet
chomsky
citizen journalism
g8
g8 genova
genova 2001
globalizzazione
hacker
hackmeeting
imc
indy
indymedia
indymedia italia
mediattivismo
movimenti
no global
open
opensource
seattle

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi