Skip to content

La politica europea di liberalizzazione dei servizi economici e la direttiva detta ''Bolkestein''

Gratis L'indice di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Indice della tesi: La politica europea di liberalizzazione dei servizi economici e la direttiva detta ''Bolkestein'', Pagina 1
<br><b>Introduzione</b><br/>
<br/><b>Capitolo I - Origini </b>
<br/>
<br/><b>Capitolo II - Iter legislativo  </b>
<br/>
<br/><b>Capitolo III - Libert&agrave; fondamentali </b>
<br/>
3.1 - Libera prestazione dei servizi <br/>
3.2 - Fonti normative  <br/>
3.3 - Le forme di restrizione vietate dall'art. 49TCE<br/>
<br/><b>Capitolo IV - La direttiva Servizi nel mercato interno del 12/12/2006</b>
<br/>
4.1 - Oggetto <br/>
4.2 - Linee direttrici della direttiva <br/>
4.2.1 - Strumento orizzontale <br/>
4.2.2 - Strumento quadro<br/>
4.2.3 - Codifica dei principi giurisprudenziali <br/>
4.2.4 - Complementariet&agrave; con altre disposizioni comunitarie <br/>
<br/><b>Capitolo V - Definizioni </b>
<br/>
5.1 - Definizione di servizio <br/>
5.2 - Definizione di prestatore <br/>
5.3 - Definizione di destinatario <br/>
5.4 - Definizione di Stato membro di stabilimento <br/>
5.5 - Definizione di Stabilimento <br/>
5.6 - Definizione di regime di autorizzazione <br/>
5.7 - Definizione di requisito <br/>
5.8 - Definizione di motivi imperativi d'interesse <br/>
5.9 - Definizione di autorit&agrave; competente <br/>
5.10 - Definizione di Stato membro nel quale &egrave; prestato il servizio <br/>
<br/><b>Capitolo VI - Sfera di applicazione </b>
<br/>
6.1 - Criterio della lista negativa <br/>
6.2 - Esclusioni<br/>
6.2.1 - I servizi non economici d'interesse generale <br/>
6.2.2 - I servizi finanziari <br/>
6.2.3 - I servizi e le reti di comunicazione elettronica<br/>
6.2.4 - I servizi nel settore dei trasporti <br/>
6.2.5 - I servizi delle agenzie di lavoro interinale  <br/>
6.2.6 - I servizi sanitari <br/>
6.2.7 - I servizi audiovisivi <br/>
6.2.8 - Le attivit&agrave; di azzardo<br/>
6.2.9 - Le attivit&agrave; connesse con l'esercizio di pubblici poteri <br/>
6.2.10 - I servizi sociali <br/>
6.2.11 - I servizi privati di sicurezza <br/>
6.2.12 - I servizi forniti da notai e ufficiali giudiziari <br/>
6.3 - Il settore fiscale<br/>
<br/><b>Capitolo VII - Semplificazione amministrativa</b>
<br/>
7.1 - Sportello unico<br/>
7.2 - Procedure elettroniche <br/>
7.3 - Riduzione e snellimento dei regimi di autorizzazione <br/>
7.3.1 - Criteri di rilascio dell'autorizzazione <br/>
7.3.2 - Durata dell'autorizzazione <br/>
7.3.3 - Procedura di rilascio dell'autorizzazione <br/>
<br/><b>Capitolo VIII - Semplificazione normativa</b>
<br/>
8.1 - Misure o requisiti nazionali vietati <br/>
8.1.1 - Requisiti discriminatori fondati sulla cittadinanza o sulla sede legale  <br/>
8.1.2 - Il divieto di avere stabilimenti in pi&ugrave; di uno Stato membro <br/>
8.1.3 - Limiti alla libert&agrave; del prestatore di scegliere tra essere stabilito a titolo principale o secondario <br/>
8.1.4 - Condizioni di reciprocit&agrave; <br/>
8.1.5 - L'applicazione di test economici <br/>
8.1.6 - L'intervento di operatori concorrenti <br/>
8.1.7 - L'obbligo di garanzia finanziaria o di un'assicurazione presso lo Stato<br/>
8.1.8 - L'obbligo di essere gi&agrave; stato iscritto nei registri degli Stati membri <br/>
8.2 - Misure o requisiti nazionali da valutare<br/>
8.2.1 - Restrizioni quantitative o territoriali <br/>
8.2.2 - Requisiti che impongono al prestatore di avere un determinato statuto giuridico<br/>
8.2.3 - Requisiti che riservano l'accesso ai servizi a prestatori particolari <br/>
8.2.4 - Il divieto di disporre di pi&ugrave; stabilimenti sullo stesso Stato membro <br/>
8.2.5 - Requisiti che impongono un numero minimo di dipendenti <br/>
8.2.6 - Le tariffe obbligatorie minime e/o massime <br/>
8.2.7 - L'obbligo di fornire altri servizi specifici<br/>
8.2.8 - Obblighi relativi alla detenzione del capitale di una societ&agrave; <br/>
<br/><b>Capitolo IX - Libera prestazione dei servizi </b>
<br/>
9.1 - Libera prestazione dei servizi e libert&agrave; di stabilimento <br/>
9.2 - L'articolo 16, un passo in avanti rispetto alle disposizioni del Trattato CE<br/>
9.2.1 - L'obbligo per il prestatore di essere stabilito sul territorio dello Stato di destinazione<br/>
9.2.2 - L'obbligo per il prestatore di ottenere un'autorizzazione dalle autorit&agrave; competenti dello Stato di destinazione <br/>
9.2.3 - Il divieto imposto al prestatore di dotarsi nello Stato di destinazione di un determinato tipo o forma di infrastruttura <br/>
9.2.4 - L'applicazione di un regime contrattuale particolare tra il prestatore e il destinatario<br/>
9.2.5 - L'obbligo per il prestatore di essere in possesso di un documento di identit&agrave; specifico <br/>
9.2.6 - I requisiti relativi all'uso di attrezzature e di materiali che costituiscono parte integrante della prestazione del servizio<br/>
9.2.7 - Le restrizioni alla libera circolazione dei servizi di cui all'articolo <br/>
9.2.8 - Restrizioni vietate solamente nella proposta originale<br/>
9.3 - Deroghe specifiche <br/>
9.3.1 - I servizi d'interesse economico generale <br/>
9.3.2 - Gli ambiti gi&agrave; disciplinati da altre regolamentazioni comunitarie <br/>
9.3.3 - Altre materie particolari<br/>
9.3.4 - Deroghe specifiche inserite solamente nella proposta originale<br/>
9.4 - Deroghe individuali <br/>
<br/><b>Capitolo X - Diritti dei destinatari e qualit&agrave; dei servizi </b>
<br/>
10.1 - Diritti dei destinatari  <br/>
10.1.1 - Divieto di restrizioni ai destinatari <br/>
10.1.2 - Obbligo di non discriminazione da parte degli Stati membri e degli operatori privati <br/>
10.1.3 - Obbligo di assistenza ai destinatari <br/>
10.2 - Disposizioni di armonizzazione <br/>
10.2.1 - Trasparenza e informazioni sui prestatori e sui servizi <br/>
10.2.2 - Assicurazioni e garanzie <br/>
10.2.3 - Comunicazioni commerciali <br/>
10.2.4 - Attivit&agrave; multidisciplinari <br/>
10.2.5 - Risoluzione delle controversie <br/>
10.3 - Disposizioni di incoraggiamento (volontarie)<br/>
10.3.1 - Politica di qualit&agrave; <br/>
10.3.2 - Codici di condotta <br/>
<br/><b>Capitolo XI - Cooperazione amministrativa</b>
<br/>
11.1 - Principi generali <br/>
11.2 - Mutua assistenza <br/>
11.2.1 - Obblighi a carico degli Stati membri di Stabilimento <br/>
11.2.2 - Suddivisione dei compiti <br/>
11.2.3 - Meccanismo di allerta<br/>
11.2.4 - Scambio di informazioni sull'onorabilit&agrave; dei prestatori <br/>
11.2.5 - Sistema d'informazione del mercato interno (IMI) <br/>
<br/><b>Capitolo XII - Tappe complementari e recepimento della direttiva</b>
<br/>
12.1 - Revisioni, relazioni e valutazioni reciproche <br/>
12.2 - Armonizzazione complementare<br/>
12.3 - Clausola di revisione <br/>
<br/><b>Capitolo XIII - Temi controversi della proposta iniziale di direttiva</b>
<br/>
13.1 - Il principio del Paese d'origine<br/>
13.1.1 - Deroghe al principio del Paese d'origine<br/>
13.1.2 - Deroghe generali<br/>
13.1.3 - Deroghe transitorie<br/>
13.1.4 - Deroghe individuali<br/>
13.1.5 - Rapporto tra il principio del Paese d'origine e altri principi comunitari, in particolare col principio del mutuo riconoscimento<br/>
13.1.6 - Critiche al principio del Paese d'origine<br/>
13.1.7 - Varie ipotesi di sostituzione del principio del Paese d'origine<br/>
13.1.8 - Conclusioni<br/>
13.2 - Distacco dei lavoratori<br/>
13.2.1 - La direttiva 96/71/CE <br/>
13.2.2 - Gli ex articoli 24 e 25 della proposta <br/>
13.2.3 - Oltre la direttiva 96/71/CE <br/>
13.3 - Mobilit&agrave; dei pazienti <br/>
13.3.1 - Il regolamento 1408/71<br/>
13.2.2 - La proposta di direttiva <br/>
13.3.3 - L'ex articolo 23 della proposta <br/>
13.3.4 - Rapporto tra la proposta di direttiva e il regolamento 1408/71<br/>
13.3.5 - Cure ospedaliere e non ospedaliere<br/>
13.3.6 - Conclusioni <br/>
<br><b>Conclusioni</b><br/>
<br/><b>Bibliografia</b>
<br/>
<br><b>Sitografia</b> <br/>

Indice dalla tesi:

La politica europea di liberalizzazione dei servizi economici e la direttiva detta ''Bolkestein''

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Salvatore Bellino
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Alfonso Mattera Ricigliano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 214

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bolkestein
cooperazione amministrativa
direttiva 2006/123/ce
direttiva bolkestein
direttiva servizi
distacco dei lavoratori
imi
libera prestazione dei servizi
liberalizzazione dei servizi
liberalizzazione dei servizi economici
libertà di stabilimento
meccanismo di allerta
mobilità dei pazienti
mutua assistenza
principio del mutuo riconoscimento
principio del paese d'origine
procedure elettroniche
qualità dei servizi
regimi di autorizzazione
semplificazione amministrativa
semplificazione normativa
servizi economici d'interesse generale
sistema d’informazione del mercato interno (imi)
sportello unico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi