Skip to content

Lasciare tutto a metà. Valutazione logopedica e di terapia occupazionale del neglect: metodiche a confronto

Informazioni tesi

  Autore: Mariateresa Silvestro
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Interfacoltà di medicina e odontoiatria
  Corso: Logopedia
  Relatore: Anna Pierro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 57

Questo Lavoro di Tesi è nato dal crescente interesse nei confronti della negligenza spaziale unilaterale sviluppato negli anni di studio. Durante l’esperienza formativa di tirocinio si è verificato il caso di un paziente in cui dal punto di vista logopedico non emergeva alcun tipo di deficit, mentre il terapista occupazionale evidenziava una caduta rispetto allo stesso disturbo.
La tesi si sviluppa in cinque capitoli ed ha l’obiettivo di promuovere la collaborazione interprofessionale nella valutazione del paziente con negligenza spaziale. Nei primi due verrà fornita una descrizione della sindrome da negligenza spaziale unilaterale e della terapia occupazionale (o ergoterapia), disciplina riabilitativa che si occupa di incrementare l'autonomia e la partecipazione sociale del paziente attraverso la pratica client-centred. Nel terzo capitolo verranno descritti il background teorico e gli obiettivi della ricerca, seguito dal quarto capitolo in cui verranno illustrati i materiali e i metodi utilizzati. Nell’ultimo capitolo, infine, verranno illustrati i risultati, i quali evidenzieranno l’efficacia dell’integrazione tra le professioni, in un’interdisciplinarietà che prevede la persona al centro del progetto riabilitativo.

Informazioni tesi

  Autore: Mariateresa Silvestro
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Interfacoltà di medicina e odontoiatria
  Corso: Logopedia
  Relatore: Anna Pierro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 57

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO TERZO BACKGROUND TEORICO E OBIETTIVI DELLA RICERCA La negligenza spaziale unilaterale è una sindrome che ha forti ripercussioni sulla vita quotidiana, per cui vi è un evidente bisogno di accrescere e controllare pratiche valide e attendibili per il suo trattamento.
 Molti degli interventi volti alla cura e alla riabilitazione a seguito di un evento ictale necessitano di una presa a carico lunga e complessa, ove si rende necessario il lavoro di rete e la condivisione con altre figure professionali. 
 La letteratura scientifica degli ultimi anni (Zwarenstein, Goldman, & Reeves, 2009) raccomanda la collaborazione interprofessionale, in quanto l’efficacia delle cure è strettamente correlata non solo alla qualità della relazione terapista-paziente, ma anche alla qualità delle relazioni tra gli operatori sanitari stessi.
 Lavorare in sinergia richiede professionalità e un grande impegno organizzativo e personale: il lavoro sanitario deve essere caratterizzato dall’interdipendenza tra i vari professionisti, in cui nessuno ha le competenze esclusive al soddisfacimento dei bisogni del paziente, ma necessita di altri “aiuti”. Il terapista deve essere consapevole del fatto che non è possibile rispondere da solo a tutte le esigenze del paziente ma bisogna essere aperti ad un arricchimento reciproco. Al centro della collaborazione vi è la condivisione di un focus comune, ovvero i bisogni del paziente, protagonista del processo di cura. Una scarsa collaborazione interprofessionale può influenzare negativamente l’erogazione dei servizi sanitari e la relativa cura del paziente. L’approccio integrato possiede, dunque, il grande vantaggio di uscire da una prospettiva categoriale per rappresentare l’integrazione di diverse prospettive terapeutiche.
 L’obiettivo principale del Lavoro di Tesi è quello di valutare l’efficacia dell’integrazione delle valutazioni di due professioni sanitarie della riabilitazione: logopedia e terapia occupazionale. A tale scopo, i pazienti che hanno rispettato i criteri di inclusione sono stati valutati da entrambe le figure professionali, ognuno con i propri strumenti, e un caso clinico verrà riportato più nel dettaglio. Uno degli ostacoli all’efficace lavoro di rete tra gli 23

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l’utente che consulta la tesi volesse citarne alcune parti, dovrà inserire correttamente la fonte, come si cita un qualsiasi altro testo di riferimento bibliografico.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

spaziale
valutazione
equipe
logopedia
neglect
interdisciplinarietà
terapia occupazionale
eminattenzione
negligenza spaziale

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi