Skip to content

La pubblicità surrealista nella società di massa americana

Informazioni tesi

  Autore: Victoria Popa
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Urbino
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Alessandra Calanchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 54

Oggigiorno siamo abituati a vedere sempre più brand che prediligono l'accostamento dell'assurdo e del surreale nella pubblicità dei loro prodotti. Che sia questa una tattica azzardata oppure brillante? A tale quesito cercherò di rispondere nella mia tesi.
Nonostante il carattere intramontabile ed estremamente moderno di questo tipo di promozione, la sua nascita e diffusione va ricondotta a quasi un secolo fa. In contemporanea a quelli che sono passati alla storia come i “Roaring Twenties” in America, l'Europa vide lo sviluppo di un movimento artistico francese, il Surrealismo, che avrebbe avuto nel corso del XX secolo un'influenza pressoché globale.
Questo movimento nasce come libero da ogni premessa razionalista e da ogni preoccupazione estetica o morale. I surrealisti si dedicano ampiamente all'esplorazione dell'inconscio tramite lo strumento onirico e ciò che ne deriva è una forte carica dirompente e inusuale di creatività.
Il Surrealismo si spoglia delle sue vesti originarie e diventa qualcos'altro quando sbarca in America grazie a numerosi artisti che per sfuggire alla guerra hanno scelto come destinazione il Nuovo continente. Qui il movimento viene in contatto con una società di massa fortemente consumista e in maniera volontaria o meno perde la sua linea di pensiero originaria e tra le varie forme che assume, diviene anche un efficace metodo promozionale.
Contemporaneamente alla pubblicazione del Manifesto del Surrealismo da parte di André Breton nascono le PR (pubbliche relazioni) ed entrambe godono di molta popolarità. Sarà il nipote di Freud, Edward Bernays, il primo a utilizzare le teorie psicanalitiche elaborate dallo zio come metodo di persuasione nella promozione di prodotti e di brand. Il carattere inusuale e bizzarro del surrealismo impiegato come mezzo di persuasione dei consumatori si rivela un metodo molto efficace. Alcune teorie ne spiegano le ragioni a livello inconscio ed estetico che stanno dietro al suo successo in ambito economico. Per queste ragioni lo stile surrealista continua a essere usato tuttora nelle campagne pubblicitarie.
Nei tre capitoli che seguiranno andrò a ricercare le origini del movimento surrealista e il suo sviluppo in Europa e successivamente in America. Analizzerò i fattori che hanno portato all'appropriazione dell'estetica surrealista nell'ambito pubblicitario dedicando particolare attenzione al contributo di alcuni artisti come Salvador Dalì e Renè Magritte, che hanno avuto una forte influenza in ambito pubblicitario oltre che artistico. Inoltre intendo analizzare le varie teorie che supportano il surrealismo come stile promozionale efficace con esempi e considerazioni, partendo dal presupposto che arte e advertising possono essere un connubio vincente se usati nella maniera appropriata.

Informazioni tesi

  Autore: Victoria Popa
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Urbino
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Alessandra Calanchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 54

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Questo lavoro di tesi si concentra sull'analisi del rapporto esistente tra arte surrealista inglobata nella pubblicità americana per un uso propriamente commerciale. Cercherò di dimostrare come i due campi, quello artistico e quello pubblicitario, nonostante sembrino mondi distanti l'uno dall'altro e per alcuni aspetti contrapposti, in verità presentano molte più analogie di quante se ne possano immaginare. L'obiettivo che mi prefiggo di raggiungere alla fine del mio percorso è l'attualità e l'efficacia di campagne pubblicitarie create intorno a estetiche surrealiste e assurde. Questo accostamento bizzarro ha, infatti, spesso portato a risultati eccezionali. La scelta di approfondire questa tematica deriva dal fatto che in un ambiente economico sempre più globalizzato e complesso, occorre trovare efficaci forme promozionali. Le risorse immateriali delle compagnie hanno di fatto scavalcato in importanza quelle materiali e l'uso di soluzioni inusuali per fidelizzare il cliente al proprio brand si sta rivelano di vitale importanza. Inoltre analizzando le contemporanee tendenze a creare un rapporto diretto e personalizzato con il cliente si nota che non c'è nulla di più personale di un immaginario surrealista che porta a un'interpretazione soggettiva di ciò che si vede. Per poter meglio comprendere le motivazioni che hanno spinto a ricorrere a questa estetica come forma promozionale, sarà necessario approfondire nel primo capitolo il concetto di “bisogno” e le teorie novecentesche che lo hanno definito. Esso infatti fu ampiamente analizzato da noti studiosi come Maslow e Freud e ciò che ne è derivato è che i bisogni, tralasciando quelli fisiologici, si presentano per lo più allo stato inconscio, come espressione di una personalità più evoluta e complessa. Questo significa che il comportamento quotidiano del consumatore nel acquisto di beni è un atto che implica maggiormente la sfera emotiva piuttosto che quella 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

xx secolo
surrealismo
società di massa
salvador dalì
pubblicità surrealista
pubblicità americana
estetica surrealista

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi