Skip to content

Le donne della Colonna Traiana

Informazioni tesi

  Autore: Laura Banin
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Ferrara
  Facoltà: Lettere, Arti e Archeologia
  Corso: Lettere, Arti e Archeologia
  Relatore: Rachele Dubbini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 66

L'oggetto di indagine del presente elaborato è la Colonna Traiana, senza dubbio uno dei monumenti più affascinanti e simbolici della Roma imperiale. Fu inaugurata nel 113 d.C. con lo scopo di eternare le imprese militari dell'imperatore reggente all'epoca, Traiano (98 – 117 d.C.); egli aveva condotto, con fermezza e maestria, ben due spedizioni (101 – 102 d.C. e 105 – 106 d.C.) contro i Daci e le popolazioni loro alleate. Le guerre furono combattute in Dacia, che corrisponde all'odierna Romania, e nonostante i Romani fossero partiti svantaggiati, dal momento che la disputa avvenne in territorio nemico, dunque a loro sconosciuto, riuscirono a trionfare ugualmente. A seguito della vittoria della seconda spedizione (106 d.C.), la Dacia divenne definitivamente provincia romana.
La Colonna Traiana, che svetta imponente nel Foro di Traiano, illustra, tramite il fregio istoriato e decorato a bassorilievo che ne ricopre interamente il fusto, i momenti salienti del conflitto. Dopo aver esposto le caratteristiche generali e le funzioni che sono state attribuite alla Colonna, questa analisi si propone come ultima finalità quella di far luce e approfondire un soggetto in particolare, ritratto nel fregio: la donna. Non era poi così comune che figure femminili venissero proposte in monumenti pubblici di questa importanza, ma nella Colonna Traiana la loro presenza ricorre più volte, benché inferiore alle figure maschili.
Questa ricerca, tramite lo studio della condizione delle donne in epoca imperiale e la valutazione critica di otto scene in cui figurano, definirà in che modo, a seconda del contesto in cui sono inserite, esse svolgano una funzione ben specifica e siano, dunque, essenziali al fine della piena comprensione del momento dove presenziano. Mediante il confronto con altre opere monumentali (come ad esempio la Colonna di Marco Aurelio), si prendono in considerazione le otto scene seguenti: XXIX, XXXIX, XLV, LIII, LXXVI, LXXXVI, XCI e XCIX; queste si prestano a essere inserite, per l'affinità e lo stesso messaggio veicolato, in tre grandi categorie: le camille, le torturatrici e le prigioniere.
Nell'ultimo capitolo, partendo dalla considerazione che immagini annesse alla tematica dello stupro siano omesse dai rilievi della Colonna Traiana, a differenza di quella di Marco Aurelio, si cercherà infine di definire se la Colonna possa essere considerata una fonte storica attendibile o una mera rappresentazione artistica.

Informazioni tesi

  Autore: Laura Banin
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Ferrara
  Facoltà: Lettere, Arti e Archeologia
  Corso: Lettere, Arti e Archeologia
  Relatore: Rachele Dubbini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 66

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
16 Fig. 7: Sezione laterale. Tempio di Traiano e Plotina e C ortile della C olonna nel periodo adrianeo (117-138): [1] “C amerelle” rinvenute sotto Palazzo Valentini; [2] C ella del Tempio; [3] Pronao del Tempio; [4] Decorazione della Piazza del Tempio con colonne aggettanti su alta base; [5] Traiano su sestiga; [6] C ortile della C olonna; [7] Terrazzo; [8] Ingresso alla C olonna. Visione frontale. Zona a ovest del Foro e prospetto del Tempio di Traiano e Plotina: [1] Strada; [2] Athenaeum?; [3] Marciapiede; [4] Strada; [5] Decorazione della Piazza con colonne aggettanti su alta base; [6] Tempio (in rosso colonna e capitello superstiti). Fig. 8: C ortile della C olonna Traiana: [1] Portici laterali; [2] Porta; [3] Zoom su Iscrizione dedicatoria di Adriano ai suoi genitori adottivi; [4] Tempio di Traiano e Plotina. Il podio de l T e mpio dove va e sse re c omposto da se tte a mbie nti ra c c hiusi da una fode ra di bloc c hi posti a sorre gge re il c olonna to de l prona o e i muri de lla c e lla . T e mpio e podio poggia va no sulla se c onda fonda z ione individua ta da i c a rota ggi. C a ra ndini e il suo te a m ha nno supposto c he il T e mpio fosse e sa stilo, c ome il suc c e ssivo te mpio di Antonino e Fa ustina , pe r

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l’utente che consulta la tesi volesse citarne alcune parti, dovrà inserire correttamente la fonte, come si cita un qualsiasi altro testo di riferimento bibliografico.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

roma
monumento
archeologia classica
traiano
imperatore
colonna traiana
guerre daciche
storia dell’arte romana
donne romane
condizione femminile nell’’antica roma

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi